Gianpiero Boretto ricorda Gambino: “Ottimo allenatore e brava persona”

Il presidente del Saluzzo profondamente scosso dalla notizia della scomparsa del tecnico che ha guidato anche i Marchionali

0
608
In foto Antonio Gambino

Il mondo del calcio piemontese è in lutto per la notizia della morte dell’allenatore Antonio Gambino, stroncato da una grave malattia all’età di 51 anni.

Tra le squadre allenate anche il Saluzzo: prima nel settore giovanile, guidando la formazione Juniores, qualche anno dopo (2011-2012) la prima squadra, in Eccellenza.

Profondamente toccato dalla sua scomparsa il presidente dei Marchionali Gianpiero Boretto: “Una notizia che mi ha sconvolto, anche se ero a conoscenza della malattia. Mi dispiace tanto, Gambino oltre ad essere stato un mio allenatore era anche un amico. Un ottimo tecnico, che sapeva insegnare tanto ai giovani. E’ stato con noi in momenti complicati, ma si è sempre dimostrato un buon allenatore. I ricordi sono tantissimi: lui sapeva sempre mettersi in gioco, anche nei momenti di difficoltà, cercava sempre il modo di venirne fuori. E poi era un’ottima persona, educata e corretta. Ci mancherà”.