Dama Fossano: Loris Milanese protagonista ai Mondiali di Bergamo | Il campione del CD Fossano migliore degli Italiani nella specialità Rapid di Dama Internazionale

0
483

Il Circolo Dama Fossano è stato protagonista nei giorni scorsi al principale evento damistico organizzato nel 2018 in Italia: i Campionati Mondiali di Dama Internazionale – Specialità Blitz e Rapid, che si sono svolti a Bergamo.

 

Infatti, il club fossanese ha avuto l’onore, insieme a pochi altri circoli, di essere rappresentato dal suo giocatore più prestigioso il Grande Maestro Loris Milanese, punto di forza della Nazionale Italiana di Dama e più volte Campione Italiano nelle varie specialità della Dama Internazionale. Infatti, Milanese si era qualificato di diritto ai Mondiali vincendo il titolo di Campione Italiano 2017 Specialità Rapid (cioè a tempo Semi-Lampo).

 

Alla gara hanno preso parte i migliori damisti del mondo, ed in particolare i super-campioni Russi ed Olandesi, che dominano la specialità e sono professionisti, mentre i giocatori italiani sono dilettanti e, lavorando, hanno molto meno tempo per allenarsi e disputare gare all’estero. In tutto oltre una novantina gli iscritti tra cui 13 italiani, selezionati dal Commissario Tecnico Daniele Bertè.

 

Nei primi giorni si è disputato il Mondiale della Specialità Rapid (tempo.gara 15 minuti + 15″ di ricarica): dopo 2 giorni molto intensi Loris Milanese si è classificato al 17° posto con 11 punti, confermandosi il migliore dei damisti Azzurri in questa specialità ed uguagliando così il suo miglior piazzamento ai Mondiali di Specialità, conquistato qualche anno fa in Turchia. Da sottolineare che Milanese è stato il migliore dei damisti dell’Europa Occidentale, Olandesi a parte, superando anche alcuni giocatori professionisti.

 

Ed anzi il campione cuneese avrebbe anche potuto fare un exploit ancora più grande ed entrare tra i primi 8 al mondo: infatti, all’ultimo turno era addirittura a pari punti con il 3° in classifica, 3° posto che, grazie al buon quoziente realizzato sino al quel momento, sarebbe stato possibile con un pari contro il titolatissimo campione russo Alexej Tchizov, poi salito sul podio al 3° posto. Il match è stato molto equilibrato e nel finale Milanese ha avuto la possibilità del pareggio, ma a causa dei pochissimi secondi ancora a disposizione, ed anche per la stanchezza dei tanti turni di gioco, non ha intuito la mossa giusta, perdendo l’opportunità. Anzi lo stesso campione russo ha riconosciuto di aver vinto con un po’ di fortuna, grazie solo ai pochi secondi, una quindicina, che Milanese ha avuto a disposizione per decidere la sua mossa.

 

Comunque grande soddisfazione nella Nazionale Italiana per il 17° posto di Loris Milanese, che è stato di gran lunga il migliore risultato degli Azzurri in tutta la manifestazione. Il Mondiale Rapid è stato vinto all’olandese (di origine russa)Alexander Baljiakin ha preceduto il campione del mondo in carica a tempo standard Alexander Shvartsman ed il pluri-iridato Alexej Tchizov.

 

Inoltre, il campione del CD Fossano ha fatto parte della squadra Italuiana per la gara a squadre piazzandosi ad un onorevole 7° posto per somma delle posizioni individuali di classifica. Ha vinto l’Olanda davanti a Russia ed Ucraina.

 

Nei due giorni successivi Loris Milanese ha preso parte al Mondiale della specialità Blitz (gare a tempo lampo su 5 minuti + 3″ di ricarica), in cui un po’ stanco per l’impegno intenso dei giorni precedenti, è andato meno bene. Infatti, nella fase eliminatoria a gironi disputata su ben 13 turni non è riuscito passare il turno per la Finale A e si è qualificato per la Finale C, in cui si è piazzato al 6° posto con 13 punti, a 1 sola lunghezza dal 2° posto e a 2 dal 1° posto. Nel complesso Milanese si è piazzato ad un onorevole 38° posto, terzo tra gli Azzurri.

 

Campione del Mondo il il russo Shvartsman davanti ai connazionali Tchizov e Georgiev per uno dei podi migliori degli ultimi anni. Anche in questa specialità Milanese ha preso parte alla gara a squadre , vinta nettamente dalla Russia davanti ad Olanda e Ucraina, conquistando ancora il 7° posto tra le 15 nazioni presenti.

 

Da sottolineare che, a margine del Mondiale, Loris Milanese ha preso parte anche ad un’esibizione in simultanea disputata nella Piazza Vecchia della Città Alta di Bergamo in cui l’iridato Alexander Shvartsman ha affrontato 22 giocatori, tra cui Milanese, contro i quali Shvartsman ha ottenuto 20 vittorie e solo 2 pareggi. Molti i passanti che si sono fermati ad ammirare la gara, incuriositi dall’insolito spettacolo damistico.

 

La settimana si è poi conclusa il sabato e la domenica con la disputa del Torneo Internazionale Coppa Città di Bergamo a cui hanno preso parte numerosi dei protagonisti del Mondiale. Tra i protagonisti anche Loris Milanese, insieme agli altri Azzurri della Nazionale ed altri tra i migliori giocatori italiani della specialità.

 

Il torneo è stato disputato a tempo standard ed è stato vinto dal super-campione Alexander Shvartsman, ma solo per quoziente sull’azzurro Alessio Scaggiante che ha pareggiato lo scontro diretto con il vincitore ed ha vinto tutte le altre gare, come il giocatore russo. Al 3° posto Moreno Manzana, organizzatore di tutta la manifestazione.  Loris Milanese si è piazzato al 9° posto su 34 partecipanti, con 8 punti, a soli 2 punti dal podio, a causa di qualche pareggio di troppo con giocatori di peggior classifica Elo, ma particolarmente in forma. Da sottolineare il 5° posto del senegalese Sadikh Aboubacar Diop, a lungo tesserato per il CD Fossano.

 

“Sono comunque soddisfatto – commenta Loris Milanese – sia per il mio miglior risultato in un mondiale che per la possibilità rara di confrontarmi con i migliori giocatori del mondo. Noi italiani non siamo ancora al loro livello, cero, ma siamo in forte crescita e ci sono giovani, come Scaggiante, di grandi prospettive. Qualche rammarico per il Torneo di Bergamo, in cui mi è sfuggito qualche tiro ed ho pareggiato gare che potevo vincere e salire sul podio al 3° posto, perchè i primi 2 si sono dimostrati superiori a tutti”. Adesso per Milanese un po’ di riposo prima dei Campionati Italiani dopo metà luglio.

 

c.s.