L’Infernotto non molla ed anzi, rilancia! Nuovo Consiglio Direttivo e tante novità | Riceviamo e pubblichiamo la lettera in cui il club bargese fa chiarezza sul futuro dopo le tante voci delle scorse settimane

0
664

In questi giorni si rincorrono voci di un Infernotto Calcio allo sbando, in alto mare. Sorprende sempre come in questo Paese una Società che imposti un percorso di rinnovo della Dirigenza e che si confronti sulle strategie future sia considerata allo sbando.

L’Infernotto rilancia e continua il suo cammino facendo tesoro delle conquiste del passato, ma immaginandosi protagonista del futuro.

 

Lo fa innanzitutto con la nomina del nuovo Consiglio Direttivo composto da:
Ballari Giacomo, Barbero Antonella, Bessone Fabio, Bruno Franco Giorgio, Cadelano Manuel, Castagno Marco, Coalova Paolo, Frencia Carlo, Inglisa Giuseppe, Manrfinato Nadia, Maurino Claudio, Michienzi Andrea, Raviolo Chiaffredo, Rosso Cristian, Sobrero Antonio, Vincenti Domenico, Zingarelli Beniamino
Lo fa costituendo un gruppo operativo per il settore giovanile composto da più di trenta elementi con il coordinamento del capitano uscente della sua Prima Squadra (che milita in promozione) Fabio Bessone e con la guida tecnica di Vittorio Zaino.

 

Il Consiglio vede l’ ingresso di parecchi elementi nuovi tra i quali alcuni giovani che sono stati per parecchi anni l’anima della Prima Squadra e di Dirigenti e volontari che in questo ultimo periodo hanno prestato la loro opera in società.
Durante il primo incontro c’è stata la conferma di Chiaffredo Raviolo alla carica di Presidente e la nomina di due vice presidenti nelle persone del decano Domenico Vincenti e della new entry Cristian Rosso; la figura del segretario – cassiere sarà ricoperta da Carlo Frencia coadiuvato dalla preziosa Antonella Barbero.
Fin dal primo istante all’ interno del gruppo si è percepito molto entusiasmo e voglia di ampliare orizzonti e partecipazione.

 

“Un momento importante per la nostra Società” dice il Presidente Raviolo “mai come oggi, ho visto una così ampia partecipazione ed entusiasmo per il futuro. Sono orgoglioso di continuare a guidare una Società che ha saputo riorganizzarsi per continuare ad essere una presenza viva sul proprio territorio”.
Scorrendo velocemente il piano strategico approvato all’unanimità dall’assemblea appaiono subito evidenti una maggiore sostenibilità dal punto di vista economico senza inutili sperperi di risorse e un impegno crescente nel perfezionamento delle giovani leve.

 

Una strategia basata sulla condivisione più ampia, sulla partecipazione attiva, sulla più totale trasparenza e sulla competenza, ma soprattutto sulla passione; una strategia che sarà portata avanti dai giovani e che coinvolgerà sempre di più i ragazzi dei due comuni e che prevede già azioni concrete a partire dalla prossima stagione che verranno rese note nelle prossime settimane.
Un contesto sano in cui fare sport a grande livello con istruttori qualificati e un “esercito”di persone disponibili ad impegnarsi perché tutto funzioni al meglio.
Questa la sfida del nuovo gruppo dirigente che si basa sul sodalizio tra passato e futuro e che ha tutti gli ingredienti per essere avvincente.