Cuneo: rubano in casa, prese poco dopo dalla Polizia | Le responsabili sono due giovani ragazze rom, una delle quali incinta

0
319

Hanno 19 e 20 anni le due giovani arrestate dalla squadra volante della Polizia di Cuneo per il furto nell’abitazione di una donna anziana nel centro di Cuneo.

 

L’episodio, verificatosi nel pomeriggio di qualche giorno fa, è stato riassunto dal questore Emanuele Ricifari nel corso di una conferenza stampa. Dopo essersi introdotte nel condominio, le ragazze, residenti in un campo nomadi del torinese, hanno forzato la porta di ingresso dell’abitazione con un cacciavite, portando via 400 euro in contanti, oltre a gioielli e monili in oro del valore di qualche migliaia di euro. Poi la fuga, che non è però passata inosservata: una vicina di casa si è accorta delle due giovani, chiamando immediatamente la Polizia.

 

Gli agenti hanno raccolto la descrizione della donna e si sono subito messi alla ricerca delle responsabili, identificate poco dopo alla stazione ferroviaria. La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire addosso a loro la refurtiva, insieme ai due grossi cacciaviti usati per forzare la porta dell’abitazione. Il denaro e i gioielli sono stati restituiti all’anziana vittima del furto, mentre le due giovani sono state arrestate. Una delle due, la ventenne, è incinta (sesto mese), ma il Pm ha comunque autorizzato il fermo della donna, vista la quasi flagranza del reato e il lungo elenco di precedenti.

 

“Sottolineo la velocità con cui sono state prese le responsabili – ha detto il questore Ricifari -, e soprattutto la decisiva segnalazione da parte della vicina di casa. Spesso una telefonata può fare la differenza, dandoci un grosso contributo, per questo ribadiamo l’importanza della collaborazione con i cittadini”.

 

Gabriele Destefanis