Interessanti spettacoli culturali a Gaiola e Sancto Lucio de Coumboscuro

0
643

I Giovedì della Gramigna, rassegna culturale ideata dal Sindaco di Gaiola Fabrizio Biolé, intersecano giovedi 28 giugno la realtà di Coumboscuro grazie alla proposta di Paolo Laguzzi, il quale introdurrà e modererà una serata incentrata sulla storia e le attività del Centro di cultura provenzale che compie quest’anno i sessant’anni di vita. Dal 1958, il Centro Internazionale di Cultura, Edizione Spettacolo, è associazione a non fine di lucro, sotto la denominazione di “Coumboscuro Centre Prouvençal”. La sua sede è a Sancto Lucio de Coumboscuro.

 

L’associazione ha per scopo la salvaguardia e la valorizzazione della cultura, della letteratura, della storia delle tradizioni europee – con particolare riferimento alla lingua ed alla cultura provenzale – attraverso ogni forma di attività e azione che ne garantisca la promozione, la divulgazione e la valorizzazione. In modo particolare tale azione è svolta tramite l’organizzazione di eventi, manifestazioni, convegni pubblici, corsi di aggiornamento, concorsi, rassegne espositive, festival, edizione di giornali di informazione, stampati, prodotti editoriali e discografici di ogni tipo, azioni didattiche e formative. L’associazione, al fine di realizzare al meglio tali scopi promuove e gestisce progetti specifici quali Centri di Documentazione, Musei, Strutture per lo svolgimento di attività culturali, espositive e di spettacolo, con relativi servizi.

 

Una delle caratteristiche qualificanti e riconosciute di Coumboscuro Centre Prouvençal è l’ampia rete di rapporti, che esso è riuscito a stabilire con il mondo culturale europeo – Istituti, Centri studio ed iniziative, associazioni, centri universitari – e conle varie minoranze e culture regionali ed etniche.

 

L’appuntamento è per le 20,45 in sala Tiboldo, come sempre ad ingresso libero. Laguzzi sarà poi guida d’eccezione per la passeggiata fotografica programmata invece per domenica 1 luglio a Sancto Lucìo, organizzata dall’associazione Progetto HAR e che prevede il ritrovo in loco alle 9,15, la passeggiata tra le borgate e, dopo il pranzo, un pomeriggio di visita al Museo ed alla Scuola. Per informazioni: info@progettohar.it