Bruno Canino protagonista domani a Alba della rassegna Italy & USA

0
480

Sarà Bruno Canino, tra i più conosciuti e apprezzati pianisti italiani a livello internazionale, l’ospite più atteso della giornata di domani della rassegna Italy & Usa.

Alle 21, presso la Chiesa di San Domenico ad Alba, duetterà con la giovanissima violinista georgiana Elisso Gogibedaschwili in un concerto dal titolo Méditation et fantaisie.

Nel pomeriggio, invece, il flautista Giuseppe Nova, Direttore artistico dell’Alba Music Festival, sarà protagonista di Flute USA.

 

Sono questi alcuni degli appuntamenti che infiammeranno, domani mercoledì 30 maggio, la rassegna Italy & USA dell’Alba Music Festival.

 

Qui di seguito il programma completo degli appuntamenti di domani:

 

ore 13.30 – 15.30 Campus Center

Alba Music Festival Composition program

ore 15,30 Chiesa della Maddalena
Wet Ink · Opera Prima

Alba Music Festival Composition program

ore 17,30 Chiesa della Maddalena
Flute USA con la partecipazione di Giuseppe Nova flauto

in collaborazione con A.gi.mus

Ore 21,00 Chiesa di San Domenico
Méditation et fantaisie

Elisso Gogibedaschwili violino

Bruno Canino pianoforte

 

Italy & USA si svolge nell’arco di 12 giorni (dal 24 maggio al 3 giugno) fra i teatri, le chiese e gli spazi all’aperto della città di Alba. Nel complesso sono previsti oltre 30 concerti, seminari, eventi collaterali, mostre, azioni didattiche, workshop, alla presenza di artisti provenienti da 15 Paesi del mondo che, uniti a gruppi ed artisti italiani, contribuiscono al successo non solo artistico della manifestazione.

Grazie, inoltre, a una sempre più solida relazione con gli Stati Uniti saranno presenti oltre 50 studenti dalle grandi Scuole musicali d’oltreoceano come la Juilliard e la Manhattan School di New York o il Conservatorio di San Francisco.

 

Si tratta di un vero e proprio momento di incontro, progettazione, dialogo e contaminazione tra diverse culture musicali, quella americana e quella italiana. A questo si aggiunge un importantissimo valore pedagogico ed educativo perché la rassegna, oltre ad artisti “di grido”, accoglie ogni anno allievi di scuole di musica americane che potranno fare pratica nella città di Alba attraverso seminari, workshop, esibizioni e prove aperte, affiancati dai musicisti professionisti che terranno i concerti.