Bra: al Salone del libro per ragazzi il Premio “Giovanni Arpino” | Premiati gli scrittori del concorso nazionale e assegnato il riconoscimento “Manassero”

0
376

E’ già un successo la diciannovesima edizione del Salone del Libro per Ragazzi di Bra inaugurata lunedì 22 maggio 2018 e in programma in città fino a domenica 27.

Nei primi giorni dell’evento dedicato alla lettura e al meglio dell’editoria under 16, migliaia di giovani visitatori hanno sfogliato i titoli in mostra mercato al Movicentro, partecipato alle tante proposte laboratoriali -più di 60 ogni giorno-, assistito a spettacoli e visitato mostre e musei, accompagnati da un festoso trenino.

Come da tradizione, nell’ambito degli eventi della rassegna, dedicata quest’anno al tema del gioco, sono stati assegnati il Premio nazionale “Giovanni Arpino” e il Premio “Beppe Manassero”.

A decretare i vincitori 2018 del concorso letterario nazionale sono stati i giovani rappresentanti del Consiglio comunale dei ragazzi, coadiuvati dagli insegnanti e da una giuria di esperti.

Per la categoria scuole primarie (6-11 anni) il primo premio è stato assegnato a “Facciamo che eravamo” di Silvia Roncaglia e Desideria Guicciardini (Giunti Editore), “un libro da leggere tutto d’un fiato – come si legge nella motivazione dei membri del CCR -, che racconta in maniera coinvolgente il rapporto tra nonno Aldo e Paolino.

Un rapporto che deve fare i conti con la malattia di Alzheimer e con la difficoltà, per un bambino, di accertarne le conseguenze”.

Secondo posto a “Tre casi per l’investigatore Wickson Alieni” di Luca Doninelli (Editore Bompiani), che “narra in maniera simpatica e scherzosa la storia di un ragazzo investigatore, talmente normale da essere invisibile. Non lo nota nessuno, ma proprio grazie a questa caratteristica riuscirà a risolvere tantissimi casi criminali”.

A trionfare nella categoria scuole secondarie di primo grado (12-15 anni) è “Chi uccide i professori?” di Maurizio Giannini (Editore La Medusa), “giallo che sorprende con continui imprevisti e colpi di scena, tenendo il lettore con il fiato sospeso fino alla fine”, mentre “Il sogno di Martin” di Dino Ticli (Editore Coccole Books) si aggiudica il secondo posto, raccontando “la storia di un bambino che sogna un mondo fatto di uguali diritti e rispetto, dove non contano il colore della pelle o la religione, ma l’onestà e l’apertura del cuore”.

Il Premio “Beppe Manassero” è andato all’associazione culturale di volontariato “Strani Vari” di Alba, “per l’impegno nel promuovere l’intercultura e il diritto al gioco dei bambini organizzando attività ludico didattiche in Bosnia-Erzegovina”.

“Il Salone del Libro per Ragazzi è l’evento culminante delle attività culturali e di promozione della lettura, soprattutto tra i più giovani, promosse dall’Amministrazione – commentano il Sindaco Bruna Sibille e l’assessore alla Cultura Fabio Bailo -. Da Bibliobebè, passando le numerose attività con le scuole fino ad arrivare agli appuntamenti di “Nati per Leggere” in biblioteca, sono numerose in città le occasioni per condividere e sostenere, fin dalla più tenera età, il valore della cultura”.

 

Il Salone del Libro per Ragazzi di Bra prosegue fino a domenica 27 maggio 2018. Tutto il programma su www.turismoinbra.it.