Delegazione cinese a Santo Stefano Belbo e firma protocollo di intesa

0
407

Lunedi 30 aprile 2018, ha fatto visita a Santo Stefano Belbo il sindaco di Dingxiang, ZHANG Shengming assieme ad una delegazione di alti funzionari e politici del territorio orientale.

 

Dingxiang è una cittadina di 220mila abitanti nella provincia dello Shanxi nel cuore della Cina e a sud di Pechino. La città è una città storica con numerosi templi ed è sede della Shanxi Chinese Stunts International Arts Exchange Co.Ltd, una società di servizi espositivi e conferenze che raccoglie circa 60 tecnici, 9 progettisti di convention e mostre, 5 ingegneri, 12 ingegneri edili, 15 costruttori e progettisti tecnici professionisti, 3 broker di vendita e 22 designer senior.

 

Con grande impegno – ha spiegato il sindaco Zhang Shengming – abbiamo fornito assistenza ai ministeri nazionali, al governo provinciale e alle grandi imprese cinesi. Con l’ambizione di crescere oltre i confini nazionali abbiamo iniziato un tour europeo per incontrare partner, attivare collaborazioni e joint-venture in un’ottica di crescita condivisa e collaborativa. Per questo motivo abbiamo voluto visitare Santo Stefano Belbo, un territorio molto simile a quello in cui la nostra cittadina è ubicata, ci è parso fin da subito ricco di attività industriali e potenzialità in ambito culturale, grazie alla fama di Cesare Pavese nel mondo. Il nostro obiettivo è dunque quello di stipulare un accordo di collaborazione tra i due paesi in modo da avviare ufficialmente relazioni proficue e vantaggiose per entrambe le culture”.

 

Dopo la visita ad attività produttive di Santo Stefano Belbo e alla Fondazione Cesare Pavese, la giornata è stata l’occasione per firmare un accordo di collaborazione, un protocollo d’intesa tra i due Comuni.

 

Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato il Sindaco Luigi Genesio Icardi a margine della storica firma – sia perché Santo Stefano Belbo è stato il primo paese in Italia che la delegazione cinese ha visitato, sia perché l’oriente e la Cina soprattutto rappresentano senza dubbio un futuro possibile per le nostre esportazioni. Ci sono già rapporti tra noi e la città di Dingxiang nel campo enologico ed eno-meccanico, ma potenziare e sottoscrivere questa collaborazione non fa altro che avviare un sistema di scambi vantaggioso sotto il profilo culturale, economico e industriale per entrambe i paesi”.