Le dimore storiche del cuneese aprono al pubblico | Domenica 27 maggio si potranno visitare gratuitamente 30 residenze storiche del Piemonte, tra cui cinque nel Cuneese

0
415

Domenica 27 maggio 2018 la Giornata Nazionale ADSI apre le porte di 30 residenze storiche private del Piemonte tra cui castelli, palazzi, ville e giardini.

Nell’Alessandrino si potranno visitare gratuitamente la Badia di Santa Maria Castello a Rocca de’ Baldi, la Casaforte Gondolo del Villasco a Peveragno, il Castello di Sanfrè, la Tenuta Berroni a Racconigi e Villa Oldofredi Tadini a Cuneo.

L’iniziativa, giunta alla sua ottava edizione, è promossa dall’Associazione Dimore Storiche Italiane con l’obiettivo di aprire al pubblico un patrimonio storico, artistico e culturale unico, affascinante e spesso poco conosciuto e sensibilizzare sull’importanza della conservazione e della valorizzazione dei beni culturali privati soggetti a vincolo, la cui tutela è affidata ai singoli proprietari.

L’evento rientra nell’ambito della Private Heritage Week, in programma tra il 24 e il 27 maggio con una serie di attività proposte da tutte le organizzazioni europee della European Historic Houses Association – a cui l’ADSI aderisce – per celebrare l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale istituito dall’Unione Europea.

Quest’anno la Giornata Nazionale ADSI in Piemonte presenta un’importante collaborazione con il Politecnico di Torino nell’ambito del workshop “Il progetto per la valorizzazione delle dimore storiche del Piemonte”, attivato per i Corsi di Laurea in Architettura e Design.

Sono stati selezionati 28 studenti che hanno approfondito il valore storico-architettonico di alcune dimore del territorio regionale per presentarle direttamente ai partecipanti in occasione dell’apertura straordinaria.

La Giornata Nazionale ADSI di domenica 27 maggio 2018 permette ai visitatori di accedere gratuitamente alle dimore storiche aderenti in due fasce orarie, al mattino dalle ore 10 alle ore 13 e al pomeriggio dalle ore 14:30 alle ore 17:30.

Per conoscere nel dettaglio le attività organizzate dalle singole dimore (eventi, degustazioni enogastronomiche, concerti, mostre, ecc.), gli orari delle visite guidate e i contatti per le prenotazioni è possibile consultare questo link: http://www.adsi.it/piemonte-2018

Di seguito le indicazioni di apertura e i dettagli per prenotare la visita alle cinque dimore storiche in provincia di Cuneo:

  • Badia di Santa Maria Castello (piazza Morozzo della Rocca, 2 – 12047 Rocca de’ Baldi CN) Saranno visitabili gratuitamente la chiesa abbaziale e il giardino. Prenotazione non necessaria. Il pomeriggio sarà aperta la Chiesa Parrocchiale e alle ore 17 il Centro Studi Storico-Etnografici “Augusto Doro” organizza una visita tematica sulla famiglia Morozzo presso il Castello di Rocca de’ Baldi tenuta dall’Arch. Nadia Lovera (ingresso con biglietto).
  • Casaforte Gondolo del Villasco (via Tetto Grosso, 35 – 12016 Peveragno CN) Saranno visitabili gratuitamente la cappella, la sacrestia, il sistema difensivo, la casaforte e architettura, la scuderia e il parco. Prenotazioni al numero 348 8098735. Ogni ora partiranno due gruppi di 12/15 persone prenotate, agli assenti si potrà subentrare last minute. Durata visita: un’ora, fotografie non ammesse all’interno dell’abitazione, videosorveglianza.
  • Castello di Sanfré (via delle Chiese, 15 – 12040 Sanfrè CN) Saranno visitabili gratuitamente la scuderia e il parco con ampio panorama sulla città. Prenotazione non necessaria. Sarà inoltre possibile accedere, a pagamento (8 euro), ad alcune sale interne.
  • Tenuta Berroni (via Tenuta Berroni, 12 – 12035 Racconigi CN) Saranno visitabili gratuitamente il parco e il Salone d’Onore. Degustazioni enogastronomiche. Prenotazione gradita a [email protected] o 338 4534162. Saranno presenti gli allievi architetti del Politecnico di Torino con i pannelli illustrativi frutto del Workshop “Il progetto per la valorizzazione delle dimore storiche del Piemonte”.
  • Villa Oldofredi Tadini (via Ercole Oldofredi Tadini, 19/21 – 12100 Cuneo CN) Saranno visitabili gratuitamente la cappella settecentesca e il parco, che conserva ancora l’originale impianto seicentesco. Prenotazione non necessaria.

 

L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia.

Nata nel 1977, l’Associazione conta attualmente circa 4500 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese.

L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché tali immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle condizioni migliori.

Questo impegno è rivolto in tre direzioni: verso i soci stessi, proprietari dei beni; verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione; verso la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.