Sabato 5 maggio, al Festival della Tv e dei Nuovi Media con i big della Tv | In arrivo a Dogliani, Fiorello e Gerry Scotti

0
795

Giornata ricca di incontri, domani, sabato 5 maggio, a partire dalle 10 del mattino.

A Dogliani arriveranno tra gli altri, i volti noti del piccolo schermo, i direttori delle principali testate giornalistiche, il vincitore del Golden Globe per The Affair, Hagai Levi. A seguire, dalle 20, notte bianca con stand gastronomici e musica.

 

Questo l’elenco completo:

10.00, Piazza Umberto I: “Lo Sport cambia la vita” con Katia Aere, Marco Berry, Andrea Devincenzi, Andrea Lanfri, Marco Fasanella, Maria Cristina Ferradini, Tarcizio Mazzeo e Massimiliano Panarari. La forza dello sport, la creazione di una comunità digitale per avvicinare le persone con disabilità allo sport, l’importa del comunicare l’impegno di atleti disabili.

 

10.00, Piazza Carlo Alberto: “Dieci Storie proprio così” con Giulia Minoli, Gabriella Leone e Sara Tardelli. Il racconto di un paese funestato da corruzione e malaffare ma capace di sorprendere. È un viaggio nell’Italia che cambia. Protagonisti sono le associazioni culturali, le aziende agricole, le radio e i ristoranti che nascono in beni confiscati alle mafie, sono scuole, teatri e imprese che diventano riferimento unico e indispensabile in quartieri dove regnano l’abbandono e il degrado più assoluto, sono professori, giornalisti, amministratori che non sentono nella parola “impegno” l’eco del disincanto.

 

11.00, Piazza Carlo Alberto: “Le Tv del calcio” con Alberto Barile, Marco Durante, Roberto Scarpini ed Emilio Targia. Inter Tv e Torino Channel si confrontano sulla sfida di un canale televisivo per un pubblico targettizzato.

11.00, Piazza Umberto I: “Inchiesta, verità o giustizia” con Gad Lerner, Pablo Trincia e Massimo Russo. Due modi di fare inchiesta differenti, entrambi motivati dalla necessità di comprendere, ma in un caso anche dalla necessità di ridare voce alle vittime.

12.00, Piazza Umberto I: “Il racconto di una carriera” con Alessandra Comazzi e Gerry Scotti.

 

12.00 | Piazza Carlo Alberto: “Big Data cuore del nuovo giornalismo?” con Marco Bardazzi, Annalisa Bruchi, Gianni Riotta, Vincenzo Morgante ed Emilio Targia. Perché le notizie possano ancora fare la differenza bisogna avere la capacità di sviluppare un pensiero
critico. La necessità di saper distinguere tra informazioni e opinioni, come interpretare e analizzare i dati e quale ruolo avranno il giornalismo e la comunicazione in questa epoca di cambiamenti.

14.30, Piazza Carlo Alberto: “I creativi della narrazione” con Emanuele Landi, Aurelio Magistà, Nicola Novellone, Marco Pedroni, Roberto Pisoni, Elisabetta Vanuzzo e Luca Bottura. La dimensione creativa come chiave del successo di una narrazione. Una creazione di forte impatto ha
la capacità di entrare in connessione col pubblico a livello emotivo. Meccanismi, tecniche, obiettivi,
sottomessi alla creatività.

15.00, Piazza Umberto I: “Il ruolo della Tv pubblica nel panorama italiano” con Stefano Feltri e Monica Maggioni. Dialogo tra il Vice-direttore de Il Fatto Quotidiano e la Presidente RAI.

 

16.00, Piazza Umberto I: “Big Data, Geopolitica e il ruolo della Russia” con Mario Calabresi, Claudio Cerasa, Luigi Contu, Luciano Fontana, Maurizio Molinari e Sarah Varetto. Dallo scandalo Cambridge Analytica alla possibile influenza della Russia
sulle ultime scelte elettorali: quanto contano i Big Data nell’informazione e in politica.

16.00, Piazza Carlo Alberto: “La rivoluzione del linguaggio televisivo” con Ivan Cotroneo e Alessandra Comazzi. Lo scrittore, regista ed autore televisivo racconta il suo contributo all’innovazione del linguaggio televisivo.

 

16.45, Piazza Carlo Alberto: “L’evoluzione del Mondo Tv” con Laura Carafoli, Stefano Coletta, Simone D’Amelio Bonelli, Alessandro Militi, Sebastiano Lombardi, Francesco Venturini, Sergio Del Prete e Cecilia Penati. Un Broadcaster /canale televisivo, attraverso i suoi contenuti e la sperimentazione di nuovi programmi, è interprete di una propria visione particolare o generale del mondo in una continua ricerca di sintonia con un pubblico sempre più ampio. In un’epoca digitale in continua evoluzione i broadcaster devono saper interpretare la trasformazione del business e coglierne le opportunità attraverso strategie mirate.

 

17.30, Piazza Umberto I: “La conduzione al femminile” con Andrea Delogu, Monica Leofreddi, Katia Follesa e Alessandra Comazzi. Tre stili differenti di condurre programmi, tre personalità diverse a confronto.

 

17.45, Piazza Carlo Alberto: “Un bicchiere mezzo pieno” con Luisa Ciuni, Alberto Federici, Tiziana Ferrario, Fabio Melloni e Massimiliano Panarari. In questo clima di sfiducia, di pessimismo, di paura, di negatività: luoghi comuni e stereotipi di cui sono pieni la carta stampata, i social e la TV, parliamo di comunicazione e di azioni concrete per vedere la vita con atteggiamento positivo&costruttivo.

18.30, Piazza Umberto I: “Fiorello, what else?” con Aldo Grasso e Rosario Fiorello

 

19.15, Piazza Umberto I: “L’ossessione delle parole” con Hagai Levi e con Ivan Cotroneo. L’autore e produttore israeliano, vincitore del Golden Globe per The Affair, si confronta con l’autore e regista italiano sull’ importanza della scrittura.

 

Al Cinema Multilanghe:

Sabato 5 Maggio

15.00 – The Genius of a Place
A seguire dibattito con: Nicoletta Bocca, Alberto Cirio, Sarah Marder, Emanuela Rosa-Clot), Michele Fino.
Con l’aiuto di tre filmmaker italiani, Sarah Marder, un’americana e protagonista del film, racconta il suo affetto e le sue preoccupazioni per Cortona, una cittadina toscana investita da un boom turistico improvviso e affronta un periodo di rapido cambiamento sulla scia del successo del bestseller poi diventato film hollywoodiano “Sotto il sole della Toscana”.

Tramite una storia coinvolgente, “L’anima di un luogo” fotografa e indaga gli effetti della globalizzazione sui nostri luoghi e ci sprona a riflettere sul nostro ruolo nella loro tutela e salvaguardia.

Tutti noi abbiamo visto almeno un luogo che cambia nel tempo. In questo caso, il team creativo di “L’anima di un luogo” ha deciso di fotografare e studiare il processo. Per loro, Cortona è un emblema e la sua storia è infine la storia di ogni luogo.

IN ANTEMPRIMA:

17.30 – E.S. 17 Dio non manderà nessuno a salvarci
Anteprima GEDI / 42° Parallelo di Diana Ligorio e Conchita Sannino
Presentano: Mario Calabresi, Massimo Russo, Conchita Sannino e Antonio Visca.
Un racconto non fiction su Emanuele Sibillo, il capo della paranza dei bambini di Napoli, declinato su tre prprodotti: Super8 (otto pagine sul giornale), Film (in onda il 13 maggio su Sky Atlantic), webserie suRepubblica.it.

L’omicidio del baby boss da fatto di cronaca diventa narrazione: la storia di E.S.17 – due figli – che ha bruciato l’intero arco di una vita criminale finendo ucciso a 19 anni, racconta non solo Napoli ma il mondo di oggi attraverso lo sguardo di una generazione di giovanissimi senza un domani, pronta a giocarsi tutto e subito.