Calcio Femminile – Coppa Italia: il Tavagnacco di Marta Mascarello stende il Verona ed è in semifinale! | Le friulane sfideranno la vincente di Juventus-Brescia

0
403

Il Tavagnacco accede alle semifinali di Coppa Italia dopo aver battuto l’Agsm Verona ai calci di rigore, e ora se la vedrà contro la vincente tra Brescia e Juventus. I tempi regolamentari si sono chiusi sull’1 a 1, con Clelland che è riuscita a pareggiare su rigore dopo lo svantaggio iniziale delle friulane. La semifinale si giocherà il 16 maggio.

 

Nei primi minuti di gioco le due squadre provano a prendersi le misure, facendo girare palla soprattutto a centrocampo. Al 5’ punizione per il Tavagnacco dai 30 metri: batte Brumana, la palla taglia tutta l’area ma nessuna riesce a intervenire. Il Verona prova a guadagnare metri, ma un paio di interventi di Ferroli su cross dalle fasce neutralizzano il pericolo. Il Tavagnacco guadagna metri, ma fatica a trovare la via della rete. Al 15’ Mella prova il tiro dal limite, con il pallone che termina sopra la traversa. Un minuto dopo è Frizza a tentare la conclusione, senza però centrare lo specchio della porta. Al 20’ è la volta del Verona, con Nichele che spara alto dal limite. Al 23’ ancora scaligere in avanti, questa volta con il tiro di Hannula, che non mette in apprensione Ferroli. Al 26’ Erzen salta un paio di avversarie, arriva al limite dell’area e tenta la conclusione senza però riuscire a imprimere abbastanza forza al pallone. Al 32’ mischia in area, sulla palla si avventa Wagner che da due passi fa partire un missile che si stampa sul palo alla sinistra di Ferroli. Al 44’ è Tuttino a tirare da fuori area, con la palla che finisce abbondantemente a lato.

 

La ripresa si apre con il Tavagnacco in avanti, ma a sfiorare la rete, al 6’, è Nichele, che si mangia un gol praticamente già fatto, sprecando da due passi. Marco Rossi prova a buttare nella mischia Clelland al posto di Polli. All’8’ ci prova Brumana, con il pallone che termina sopra la traversa. All’11 Erzen colpisce di testa da buona posizione, con Lemey che blocca. Al 20’ è Camporese fa partire un tiro a girare dal limite che però non centra la porta. Un minuto dopo è Fishley a impegnare Ferroli di testa. Al 24’ Verona ancora pericolosa con Nichele, con il Tavagnacco che si rifugia in angolo. Sulla battuta Fishley svetta in area e sigla la rete del vantaggio. Al 32’ calcio di rigore per il Tavagnacco per un tocco di mano in area di Molin: Clelland si incarica della battuta e non sbaglia. E’ la rete del pareggio, che scatena le proteste della squadra di casa, con Longega che viene espulso. Al 39’ occasione per Dupuy che davanti alla porta spreca di testa mandando alto. Il Verona si riversa in avanti alla ricerca del vantaggio, ma la retroguardia gialloblu regge l’urto. Dopo tre minuti di recupero si va ai rigori.

 

La prima a calciare è Brumana, che tira fuori. Per il Verona c’è Decker: gol. Per il Tavagnacco calcia Clelland: gol. E’ il turno di Wagner: fuori. Mascarello: parata. Fishley: parata. Camporese: gol. Hannula: gol. Tuttino: gol. Kongouli: fuori. Vince il Tavagnacco.

 

AGSM VERONA – UPC TAVAGNACCO 3-4 (1-1 dopo i tempi regolamentari)
AGSM VERONA: Lemey, Lipman, Molin (Ambrosi), Soffia (Dupuy), Bardin, Wagner, Kongouli, Fishley, Nichele, Decker, Hannula. All. Longega
UPC TAVAGNACCO: Ferroli, Martinelli, Frizza, Mella, Brumana, Tuttino, Polli (Clelland), Cecotti, Erzen (Benedetti), Mascarello, Camporese. All. Rossi
ARBITRO: Gasperotti di Rovereto
MARCATORI: 19’ st Fishley, 32’ st Clelland (R). CALCI DI RIGORE: Decker (R), Clelland (R), Camporese (R), Hannola (R), Tuttino (R),
NOTE: ammonite Mascarello e Fishley

 

c.s.