Serie C – Cuneo spuntato, Monza cinico: playout quasi certi| La squadra di Viali cade di misura in casa nonostante una buona prestazione: ennesima occasione sprecata

0
283

Cuneo-Monza è la partita perfetta per riassumere, in 90 minuti, la stagione dei biancorossi. Che, come spesso è accaduto quest’anno, fanno la prestazione, giocando alla pari con formazioni che occupano posizioni di alta classifica, ma che, altrettanto frequentemente, le partite finiscono per perderle, magari condannati da un episodio.

 

Il match contro il Monza è andato esattamente così: il Cuneo non meritava di perdere, ma se non la butti dentro e alla prima mezza occasione vieni punito, finisci per ritrovarti ad una giornata dal termine del campionato in penultima posizione, con le residue speranze di salvezza diretta appese ad un filo e la concreta consapevolezza che, con ogni probabilità, bisognerà giocarsi la permanenza in serie C attraverso i playout. 

 

Resta una buona prestazione di una squadra che Viali mette in campo con coraggio: nel 3-4-2-1 iniziale ci sono ben 4 giocatori offensivi (Schiavi, Galuppini, Dell’Agnello e Zamparo). Il risultato è un primo tempo che Conrotto e compagni giocano quasi stabilmente nella metà campo avversaria, anche se la prima occasione vera è degli ospiti, con la girata in mischia di Cori sventata da un ottimo intervento del rientrante Stancampiano (30’).

 

La risposta del Cuneo è immediata: punizione di Galuppini, sul secondo palo Zamparo è libero ma la sua volé di destro non trova lo specchio della porta (32’). Dopo un tentativo su punizione fuori misura dello stesso Galuppini, prima dell’intervallo è ancora Zamparo a provarci in acrobazia sull’invito di Rosso, ma la palla finisce alta sopra la traversa (39’).

 

Nella ripresa rientra in campo un Monza meno timido e più propositivo, ma a sfiorare il vantaggio è il Cuneo con il colpo di testa di Dell’Agnello, che gira verso la porta il cross di Zappella trovando pronto Liverani (9’). Pochi secondi e dall’altra parte Giudici prova a sorprendere Stancampiano con una conclusione da fuori che il portiere di casa riesce a deviare in angolo.

 

Gli ospiti si fanno vedere ancora pochi minuti dopo con lo spunto di D’Errico, la cui azione personale viene conclusa da un destro che finisce sull’esterno della rete (13’). La partita è equilibrata, e come spesso accade è un episodio a deciderla, che arriva, puntuale, al 32’: punizione tagliata dalla sinistra di D’Errico, in mezzo al traffico dell’area Cori riesce a toccare quel tanto che basta per mettere fuori tempo Stancampiano e per regalare il vantaggio ai suoi.

 

E’ la rete che decide il match: nel finale il Cuneo si riversa in avanti, provandoci con grande generosità fino all’ultimo. Tutto inutile, è un’altra giornata no per la squadra di Viali, che il successo dell’Arezzo con il Pisa fa scivolare in penultima posizione. Ad una giornata dal termine, resta un’unica possibilità per i biancorossi: vincere ad Alessandria e sperare che Gavorrano, Arezzo e Prato perdano, in modo da salire in quart’ultima posizione e mettere 9 punti sull’ultima, il Prato. Altrimenti, saranno playout.

 

CUNEO-MONZA 0-1

 

CUNEO (3-4-2-1): Stancampiano; Di Filippo, Zigrossi (30′ st Secondo), Conrotto; Zappella (31′ st Baschirotto), Rosso, Schiavi, Sarzi Puttini (37′ st Testoni); Galuppini, Zamparo (25′ st Bruschi); Dell’Agnello. A disposizione: Moschin, Cristini M., Boni, Bertoldi, Pellini, D’Agostino, Maresca, Testa. Allenatore: Viali.

 

MONZA: Liverani; Caverzasi, Negro, Riva, Origlio; Giudici (44′ st Carissoni), Palesi (23′ st Galli), Guidetti, D’Errico; Cori, Mendicino (23′ st Cogliati). A disposizione: Del Frate, Forte, Tomaselli, Trainotti, Padula, Ponsat, Perini, Adorni. Allenatore: Zaffaroni.

 

Arbitro: Tursi di Valdarno (Santi di Prato e Testi di Livorno).

Ammoniti: Guidetti, Riva (M).

Reti: 32′ st Cori. 

 

Gabriele Destefanis