Torino: ricordare la Resistenza ai giovani | Consegnato al presidente del Consiglio regionale Nino Boeti ed al Comitato Resistenza e Costituzione, il Premio internazionale per la pace “Principessa Mafalda di Savoia”

0
552

Questa mattina a Palazzo Lascaris il presidente dell’associazione Regina Elena onlus Ilario Bortolan ha consegnato al presidente del Consiglio regionale Nino Boeti ed al Comitato Resistenza e Costituzione, il Premio internazionale per la pace “Principessa Mafalda di Savoia” per l’impegno profuso in questi anni in memoria della Resistenza e per ricordare i valori della pace e della libertà.

“Siamo grati di questo premio – ha detto Boeti ricevendo la pergamena – perchè riconosce il nostro impegno di questi anni per continuare a lavorare per la memoria della storia, degli ideali e dei valori della Resistenza, soprattutto rivolto verso le nuove generazioni che non hanno più la possibilità di ascoltare direttamente i racconti di vita dei partigiani”.

Boeti ha inoltre ricordato la figura di Mafalda di Savoia, deportata e morta nel campo nazista di Buchenwald insieme ad altre 60mila persone, a cui è intitolato il piazzale di fronte al Castello di Rivoli.

Il presidente Boeti ha incontrato anche gli studenti della scuola media Giulio Nicoletta di Coazze (TO) che gli hanno presentato il progetto educativo svolto anche quest’anno dal titolo “Adotta un partigiano”.

Durante l’incontro – a cui hanno partecipato anche il sindaco di Coazze Mauro Ronco ed i rapprentanti dell’Anpi della Valsangone – è stata ricordata la figura del comandante partigiano Giulio Nicoletta, militare calabrese nato a Crotone ma rimasto in Piemonte a combattere la guerra di Liberazione, morto a Giaveno nel 2009.

Hanno partecipato i consiglieri Andrea Appiano e Alfredo Monaco.