San Biagio-Real Caramagna sospesa per rissa: maxi-stangata del Giudice Sportivo! | Sconfitta per entrambe le squadre, multate, e lunga lista di squalifiche

0
201

Mannaia pesantissima del Giudice Sportivo dopo il deprecabile epilogo del match di Terza Categoria cuneese, San Biagio-Real Caramagna, dello scorso 20 marzo.

La gara è stata sospesa dall’arbitro al 24′ del secondo tempo a causa di una maxi-rissa venutasi a creare dopo una doppia espulsione comminata ai giocatori De Marco e Buluggiu, i quali dopo essersi affrontati muso a muso, secondo il referto arbitrale, si sono colpiti con calci e pugni scatenando l’intervento di compagni e componenti delle panchine (in totale circa 25 persone coinvolte!), fino allo stop deciso dal direttore di gara.

 

Si legge nel referto: “Al minuto 24º del II tempo l’Arbitro notificava il provvedimento disciplinare dell’ammonizione per comportamento antisportivo al giocatore DE MARCO MATTEO (REAL CARAMAGNA) ed al giocatore BULUGGIU ALESSIO (SAN BIAGIO) che si affrontavano reciprocamente con fare minaccioso ed insultandosi fino ad entrare in contatto testa contro testa. Il giocatore BULUGGIU ALESSIO spintonava al petto il giocatore DE MARCO MATTEO che reagiva tentando di colpirlo con una manata al volto senza però riuscirvi. L’Arbitro notificava quindi ad entrambi il provvedimento disciplinare dell’espulsione. Alla notifica del provvedimento il giocatore DE MARCO MATTEO si svincolava dalla presa di un proprio compagno che tentava di allontanarlo e si scagliava contro il giocatore BULUGGIU ALESSIO colpendolo violentemente con calci e pugni in più parti del corpo e questi reagiva colpendo l’avversario con calci e pugni ed entrambi cadevano a terra continuando a colpirsi. A causa di ciò la situazione degenerava con i componenti delle due panchine che entravano sul terreno di gioco e con i giocatori in campo che si spintonavano e colpivano vicendevolmente, creando un rissa che coinvolgeva circa venticinque persone. L’Arbitro individuava chiaramente il comportamento del giocatore DE MARCO COSIMO GIUSEPPE (REAL CARAMAGNA) che colpiva con un violento calcio su un fianco un giocatore avversario caduto a terra, ma constatata la gravità della situazione, non potendo assumere i dovuti provvedimenti disciplinari in quanto impossibilitato ad individuare i singoli responsabili e poiché entrambe le squadre sarebbero rimaste senza il numero minimo legale per la prosecuzione della gara, provvedeva a sospendere definitivamente la stessa Al minuto 26º del II tempo. Prima di rientrare negli spogliatoi l’Arbitro notificava al capitano della Società REAL CARAMAGNA il provvedimento disciplinare di espulsione a carico del giocatore DE MARCO COSIMO GIUSEPPE (REAL CARAMAGNA)“.

 

Pesantissima quindi la punizione per le due squadre, si è deliberato infatti “di assegnare gara persa ad entrambe le Società; di squalificare il giocatore DE MARCO MATTEO (REAL CARAMAGNA) per QUATTRO giornate per aver aggredito e colpito con calci e pugni un giocatore avversario e con tale comportamento aver provocato una rissa che coinvolgeva la maggior parte delle persone presenti in campo. Di squalificare il giocatore BULUGGIU ALESSIO (SAN BIAGIO) per QUATTRO giornate per aver aggredito e colpito con calci e pugni un giocatore avversario e con tale comportamento aver provocato una rissa che coinvolgeva la maggior parte delle persone presenti in campo. Di squalificare il giocatore DE MARCO COSIMO GIUSEPPE (REAL CARAMAGNA) per TRE giornate per aver colpito con un violento calcio su un fianco un giocatore avversario caduto a terra. Di comminare alla Società SAN BIAGIO l’ammenda di € 50,00 per il comportamento tenuto dai propri tesserati. Di comminare alla Società REAL CARAMAGNA l’ammenda di € 50,00 per il comportamento tenuto dai propri tesserati”.