Il corso di Monviso Giovani è partito parlando di Europa

0
278

Il corso di formazione-informazione sulla politica organizzato da Monviso Giovani – importante gruppo che opera all’interno dell’Associazione Monviso in Movimento, presieduta dall’assessore regionale, Alberto Valmaggia – ha preso il via, incassando un successo strepitoso.

Infatti, nella sede di via Roma, 56, a Cuneo, erano presenti una settantina di ragazze e di ragazzi con l’obiettivo di approfondire la conoscenza delle Istituzioni che governano i cittadini. Il primo appuntamento si è sviluppato parlando di Unione Europea, con l’eurodeputata Mercedes Bresso e il presidente dell’Associazione per l’Incontro delle Culture in Europa, Franco Chittolina.

I due relatori hanno spiegato il funzionamento dell’organizzazione a cui aderiscono ancora 28 nazioni, in attesa dell’uscita del Regno Unito, e dei principali organi che la compongono: il Parlamento; il Consiglio; la Commissione; la Corte di giustizia, la Corte dei conti; il Servizio europeo per l’azione esterna; la Banca centrale; il Comitato economico e sociale, il Comitato delle regioni; la Banca per gli investimenti e il Mediatore europeo. Dal successivo confronto con i giovani è emerso come solo attraverso l’unione dei popoli e delle culture differenti si possano creare delle vere opportunità di occupazione per le nuove generazioni. Un’Europa senza barriere può costituire il trampolino di lancio per chi, dopo lo studio, si affaccia al mondo del lavoro. E in questo contesto è fondamentale che, in una prospettiva di Ue a due velocità, l’Italia rimanga agganciata al treno dei Paesi intenzionati a correre più veloci. “E’ stata una serata importante e partecipata – sottolinea il coordinatore di Monviso Giovani, Pietro Carluzzo – con cui abbiamo iniziato il percorso di avvicinare le nuove generazioni alla politica per cercare di colmare la distanza che li separa da quanti rappresentano e governano le Istituzioni”.

E proprio la grande partecipazione di ragazze e ragazzi, che ha reso la sede di via Roma troppo piccola, ha consigliato gli organizzatori di cercare un altro luogo per gli incontri. Di conseguenza, i tre appuntamenti successivi si svolgeranno nella Sala “La Guida” in via Bono, 5, sempre a Cuneo, con lo stesso orario: dalle 18.30 alle 20. Venerdì 6 aprile al centro dell’attenzione verrà messo lo Stato e a illustrarne i meccanismi di funzionamento è stato chiamato il viceministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Andrea Olivero. Quindi, venerdì 20 aprile, il dibattito riguarderà la Regione, con gli interventi del presidente, Sergio Chiamparino, e dell’assessore, Alberto Valmaggia. Infine, giovedì 3 maggio l’ultimo incontro toccherà la Provincia e i Comuni e a proporre le loro riflessioni saranno il presidente della Provincia e sindaco di Cuneo, Federico Borgna, la consigliera provinciale, Milva Rinaudo, e l’assessora ai Trasporti di Alba, Rosanna Martini.