Rifreddo: a breve sarà possibile richiedere la carta d’identità elettronica

0
354

La carta d’identità elettronica arriva anche in Valle Po. Infatti a breve presso il Comune di Rifreddo sarà operativa una postazione per il rilascio del documento d’identità in formato elettronico. Più in dettaglio c’è da dire che le attrezzature informatiche per il rilascio dei documenti sono arrivare in municipio in questi giorni.

 

Un primo passaggio a cui dovranno seguire la sistemazione definitiva e la  comunicazione da parte del Ministero per la messa in funzione. “Al momento – spiega il primo cittadino Cesare Cavallo – non siamo in grado di dare tempi certi per il rilascio della nuova tipologia del documento. Tuttavia da Roma ci hanno assicurato che l’attivazione della nostra postazione non dovrebbe tardare più di tanto. Nel frattempo abbiamo provveduto a deliberare le tariffe per i rilascio del nuovo documento scegliendo di limitare a 22 euro il costo di emissione non applicando, quindi, il prezzo consigliato dallo Stato di 22,21 euro”.

 

Un costo importante che è più del doppio rispetto alla vecchia carta d’identità cartacea e che deriva dal fatto che lo Stato trattiene direttamente 16,79 euro per i costi di realizzazione della tessera. Piuttosto macchinosa anche la procedura di emissione della nuova carta di identità elettronica. La stessa, infatti, prevede che il richiedente prenda un appuntamento per effettuare la richiesta presso la postazione comunale, si doti di una foto in formato digitale con caratteristiche prestabilite e poi attenda che la carta d’identità  gli sia spedita dal Poligrafico dello Stato.

 

Per avere il nuovo tipo di documento – ci spiega il sindaco – occorrerà muoversi per tempo. Purtroppo nel momento in cui la carta d’identità elettronica diventerà l’unico documento rilasciabile non sarà più possibile recarsi in comune ed avere un pochi minuti il nuovo documento in mano invito, quindi, tutti a tenere conto di queste novità e soprattutto a seguire l’iter verso la conversione al nuovo sistema”.

 

Un momento ancora lontano visto che per un discreto periodo di tempo sarà ancora possibile richiedere il documento cartaceo. Va poi precisato che tutte le carte d’identità cartacee valide continuano a svolgere la loro funzione e che non vi è alcuna necessità di convertirle in formato elettronico. Tornando alla carta d’identità elettronica val la pena di far notare che contestualmente  al suo rilascio è previsto l’obbligo di indicare, in modo esplicito il consenso, il diniego o l’astensione alla dichiarazione di volontà alla donazione degli organi.