La Bussola dei Valori: gli eventi promossi dall’Asl CN1 | I due convegni si aggiungono all’evento organizzato dall’azienda ospedaliera di Cuneo presso l’ospedale Carle il 21 marzo

0
431

In occasione della presentazione della Bussola dei Valori, l’Asl CN1 organizza due eventi:

Mercoledi 21 marzo presso l’ospedale di Savigliano (sala congressi), con inizio alle ore 9.00, il convegno “La Bussola dei Valori: dignità e ascolto nel percorso di cura”, con l’intervento, tra gli altri, del direttore dell’Oncologia dell’Asl CN1 Pietro la Ciura, del presidente dell’ordine dei Medici della provincia di Cuneo Giuseppe Guerra, del referente della Bussola per la CN1, l’urologo Roberto Borsa, la referente CAS Asl CN1 Franca Giaquinto, il presidente dell’associazione bioetica e persona Enrico Larghero, altri esperti di etica e bioetica.
“Momento fondamentale e ispiratore dell’attività degli operatori della Rete oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta – spiegano gli organizzatori – è il concetto di Rete che ci ha insegnato a lavorare insieme, ci ha spinti a fare sempre meglio, ci ha insegnato a non curare una malattia ma a prenderci cura di una persona malata, accompagnandola in un percorso che non è solo un percorso di diagnosi e cura ma è anche supporto psicologico, sociale, assistenziale”.
La “Bussola dei Valori” della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta è un modello culturale di riferimento per i suoi operatori, al quale allineare i comportamenti, i modelli organizzativi, le procedure operative.
Il convegno sarà moderato da Roberto Borsa e Livio Perotti, presidente dell’associazione medici cattolici.

Mercoledi 28 marzo, a Cuneo presso il centro congressi della Provincia (corso Dante 41), con inizio alle ore 9.00, è in programma il convegno “Etica e Valori in Sanità”.
Spiegano gli organizzatori: “L’etica sanitaria è il faro che guida i professionisti della salute secondo principi applicabili in tutte le situazioni poiché collocati al di sopra di ogni convenienza terrena, al di sopra di ogni guadagno, di ogni interesse e di ogni differenza. Essere “etici” significa riconoscere alla persona il diritto di scelta dalle terapie al luogo di cura, significa riconoscere al professionista sanitario il diritto di scelta sulla base delle migliori evidenze emerse ma anche della propria responsabilità personale”.
Interverranno al convengo il direttore del dipartimento della Rete Oncologica Piemonte e Valle d’Aosta Oscar Bertetto, il direttore generale dell’Asl Francesco Magni, il referente della Bussola dei Valori per l’Asl CN1 Roberto Borsa, il priore della comunità di Bose Luciano Manicardi, il direttore dell’istituto Giano per le Medical Humanities Sandro Spinsanti.