Il docufilm della monregalese Alice Filippi al gLocal Film Festival di Torino

0
378

Con l’edizione numero 17, il gLocal Film Festival, dal 7 all’11 marzo al Cinema Massimo di Torino, in 5 giorni propone 88 film tra lunghi, corti e documentari presentati nei 2 concorsi Spazio Piemonte e Panoramica Doc, l’evento dedicato al regista recentemente scomparso Pit Formento, i Focus con festival gemellati, le iniziative formative come la Masterclass con Marco D’Amore e Francesco Ghiaccio, Torino Factory e Professione Documentario, le serate di apertura e chiusura con il film Ligabue di Salvatore Nocita e il documentario Non ne parliamo di questa guerra di Fredo Valla, e l’omaggio dedicato all’attore Flavio Bucci uno dei massimi attori del teatro e del cinema contemporaneo.

Il concorso Panoramica DOC è tra i cardini del gLocal Film Festival e porterà in sala una selezione di film legati al Piemonte prodotti o distribuiti nel 2017, tra cui ’78. Vai Piano ma vinci della regista monregalese Alice Filippi che ha scelto proprio Mondovì come location per le riprese. La regista sarà presente in sala.

Docufiction sul pilota automobilistico di rally Pier Felice Filippi, padre della regista, che nel 1978, a soli ventitré anni, fu rapito dalla ’ndrangheta e dopo settantotto giorni di prigionia riuscì a liberarsi e a far arrestare i suoi rapitori: questa è la storia della sua fuga. “Vai piano ma vinci” gli ripeteva sempre la madre prima di ogni gara e mai, come in quei giorni, quella raccomandazione diede a Pier Felice la forza di non arrendersi. Il film è candidato ai David di Donatello.

PANORAMICA DOC con i 10 documentari finalisti – scelti dai curatori Gabriele Diverio e Maurizio Fedele tra 33 iscritti – mostra titoli realizzati dalle principali case di produzione piemontesi (La Sarraz Pictures, Indyca Film, Graffiti Doc, Zenit Arti Audiovisive, Rossofuoco, Duel: Film, Grey Ledder e Cinefonie) di cui 7 sono stati prodotti anche grazie al sostengo del Piemonte Doc Film Fund di Film Commission Torino Piemonte (‘78. Vai piano ma vinci, Anatomia del miracolo, Cento anni, Enrico Rava. Note necessarie, Happy Winter, Libere e Sagre balere). .

La giuria guidata da Emanuela Piovano (regista) con Emanuele Baldino (FIP Film Investimenti Piemonte), Sara Benedetti (Scuola Holden), Ettore Scarpa (attore) e Fabrizio Vespa (giornalista) assegnerà al miglior documentario, il Premio Torèt Alberto Signetto (2.500 €).

MERCOLEDÌ 7 marzo ore 16.30 – Cinema Massimo
’78. Vai Piano ma vinci di Alice Filippi (Italia, 2017, 52’, col.)
Regia, soggetto, sceneggiatura: Alice Filippi
Interpreti: Daniele Ronco, Gianmarco Aragno, Juan Carlos Cid Esposito
Produzione: Mowe
Location: Mondovì (CN)

Alice Filippi
Originaria di Mondovì, classe 1982, si è diplomata in regia alla New York Film Academy. Dal 2005 collabora con Carlo Verdone come aiuto regia; nella sua carriera ha lavorato con registi come Giuliano Montaldo e Mario Martone e, in ambito internazionale, con Clint Eastwood in Ore 15:17 – Attacco al treno, Ron Howard in Inferno, Sam Mendes in Spectre, Ryan Murphy in Mangia, prega, ama. Ha inoltre lavorato per Sky, nella serie I Borgia.

Filmografia
Fai come me (cm, 2013), My Green Fashion Dream (cm, 2014), ’78 – Vai piano ma vinci (mm, doc., 2017).