Cuneo, rinviata al 22 marzo la conferenza sulle evidenze archeologiche emerse in occasione dei lavori per il teleriscaldamento

0
364

A Cuneo, presso il Salone d’onore del Municipio, in via Roma 28, giovedì 22 marzo 2018, dalle ore 16.30, alla presenza del Soprintendente per le Province di Alessandria, Asti e Cuneo Egle Micheletto e della funzionaria archeologa territorialmente competente Deborah Rocchietti, avrà luogo una conferenza sulle evidenze archeologiche emerse in città in occasione dei lavori di scavo per il teleriscaldamento.

 

L’incontro, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cuneo in accordo con l’Ente di tutela, sarà occasione per riprendere vecchi e nuovi dati sull’urbanistica cittadina e per affrontare aspetti legati allo sviluppo della città e delle sue strutture difensive a partire dall’epoca medievale e moderna. Grazie all’ausilio di un video sarà possibile “vedere da vicino” quanto messo in luce nel corso degli scavi ed effettuare un percorso virtuale che consentirà di sintetizzare ed analizzare contestualmente le strutture rinvenute nei diversi cantieri.

 

La conferenza, la cui partecipazione è aperta a tutta la cittadinanza e agli organi di stampa, è volta ad informare e condividere i risultati di un percorso culturale proficuo, di condivisione di progetti e di metodologie e vedrà la presenza dei referenti dalla società appaltatrice dei lavori, Wedge Power, della ditta archeologica che ha effettuato l’assistenza ai lavori di scavo, F.T. Studio, oltre che degli Uffici comunali che hanno seguito i lavori infrastrutturali.