Volley A2/F: Cuneo vince e resta sul treno che conta. 3-2 contro Marignano

0
463

Due punti per continuare a crederci. Cuneo coglie la prima vittoria casalinga dell’era-Pistola e lo fa battendo la co-capolista Marignano al termine di un match dagli alti contenuti tecnici e con una prova che ha mostrato quel carattere e quella cattiveria che, in questo 2018, si era visto troppo a sprazzi.

Le biancorosse accorciano la classifica agganciando Chieri e dando segnali di crescita ma che dovranno essere confermati anche nelle prossime settimane, per capire se potranno lottare per vincere questo difficilissimo campionato. Intanto il tecnico cuneese si gode due punti, l’ennesima versione monstre di Vanzurova (che si ripete dopo il trentello contro Soverato) e le prestazioni solide delle due “new entry” Guidi e Caforio, già nel vivo del gioco.

 

SESTETTO CUNEO

Dalia al palleggio, Vanzurova opposto; in mezzo Guidi e Mastrodicasa, schiacciatrici Borgna e Segura, libero Caforio.

 

SESTETTO MARIGNANO

Battistoni in regia, opposto Zanette; centrali Casillo e Caneva, in banda Markovic e Saguatti, libero Gibertini.

 

PRIMO SET

Prima parte di match estremamente equilibrato, con le due squadre perennemente a contatto. Il primo strappo lo dà Cuneo sul 14-14, trovando un break firmato Vanzurova (che colpisce anche al servizio) e costringendo coach Saja a due time out ravvicinati. Ottimo primo set anche per Borgnba che difende bene ed attacca altrettanto: suo l’ace del 20-16. Vanzurova praticamente inarrestabile, mentre Cuneo alza anche il muro: 23-19. L’opposto ceco colpisce da posto 2 e regala cinque set ball alle padrone di casa: al secondo Guidi mette giù il pallone del 25-20.

 

SECONDO SET

Ospiti che provano a reagire e che, in avvio, ci riescono, sospinte da una Zanette già top scorer di squadra: sul 9-6 coach Pistola ferma il gioco. Cuneo, pazientemente, risale la china, impattando a quota 13 per la parità ritrovata. Si torna a lottare punto a punto, Marignano trova il +2 con il mani out di Markovic da zona 4 (15-17). Dentro Aliverti per il turno di servizio sul 16-17. Saguatti a segno in lungolinea, 17-20 e stop chiamato da Pistola. Vanzurova murata, Battistelli vola sul +4 (18-22). Zanetta passa ancora, Marignano difende alla grande a Saguatti consegna 5 set ball alle biancoblu (19-24). Guidi in primo tempo annulla il primo, Vanzurova il secondo 21-24. Time out chiamato da Saja, dal quale Marignano esce male: ace Guidi, altro stop. Al quarto tentativo, Marignano chiude: 22-25.

 

TERZO SET

Partenza lampo delle biancorosse, con Vanzurova ancora al top: 4-0, time out Marignano. Padrone di casa che tengono il prezioso vantaggio: primo tempo di Madtrodicasa, 8-4. Ospiti sulle spalle di Zanette che non si ferma: suo il punto del 10-7. Vanzurova tocca quota 20 ma viene murata, con Marignano che si porta prima a meno due e poi, con l’attacco di Caneva, sul 14-13. Caforio si dimostra libero affidabile, Vanzurova ricaccia indietro le opsiti (18-16), poi Dalia colpisce con una bella finta di palleggio. Saguatti spinge con rabbia, biancoviola che non mollano la presa (20-18, Pistola ferma il gioco). Un errore a testa per Vanzurova e Zanette, 23-21. Grande incrocio di Vanzurova, 24-21: bell’attacco di Markovic, 24-22. La schiacciatrice austriaca si ripete subito dopo, -1 Marignano. Chiude Borgna, 25-23 e 2-1.

 

QUARTO SET

Romagnole aggressice e che mettono pressione alle biancorosse: 6-10. Break di 6-2 per le padrone di casa, che sfruttano bene un turno di servizio di Mastrodicasa (per le anche un ace), pareggiando a quota 12. Scambi che si fanno sempre più intensi, con Marignano che si gioca tutto per restare in partita: Markovic stampa il punto del 15-17. Muro ospite giudicato in campo, con qualche dubbio, Marignano pari a 20. Mastrodicasa rimedia in fast, 21-20. Controsorpasso biancoviola, time out Pistola dopo la pipe fuori di Vanzurova (21-22). Mani out di un’ottima Markovic, 21-23. Altra pipe fuori di Vanzurova, tre set ball Marignano (21-24): Battistoni-Zanette stoppano Segura, 21-25 e tie-break.

 

QUINTO SET

Uno-due Guidi, poi l’ace pesante di Segura: 3-1 Cuneo. Diagonale veemente di Vanzurova, 4-1. Padrone di casa che alzano il muro: Guidi e Borgna firmano il 6-2. Al cambio di campo è 8-3. Sull’11-5 dentro Aliberti per Borgna. Cuneo vola sul 13-5, Marignano ricuce fino al -5 prima di capitolare con due errori in attacco: 15-8.

 

CUNEO-MARIGNANO 3-2 (25-20, 22-25, 25-23, 21-25, 15-8)

CUNEO: Dalia 5, Vanzurova 31, Mastrodicasa 9, Guidi 11, Borgna 11, Segura 19, Caforio (L). Aliberti. NE: Bonifazi, Re. All. Pistola.

MARIGNANO: Battistoni 1, Zanette 20, Casillo 8, Caneva 13, Saguatti 12, Markovic 14, Gibertini (L). Nasari 1, Giordano. NE: Bordignon, Gray. All. Saja.

 

Edward Pellegrino – Redazione Sportiva

In foto l’esultanza finale (Foto Ideawebtv.it)