Mondovì: “Gli anni di ghiaccio 1941/43”, testimonianze di reduci della Campagna di Russia, di Remo Schellino | Martedì 13 febbraio, ore 21:00 primo appuntamento di Cinema a Km0 (una rassegna dedicata al cinema indipendente e locale)

0
444

Dopo in successo delle prime 3 edizioni, martedì 13 febbraio 2018, ripartono le proiezioni della rassegna CINEMA A KM 0 al Cinema Baretti, rassegna cinematografica dedicata ai film locali.

L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Monregaltour in collaborazione con la Itur s.c., attuale gestore del Cinema Baretti, si suddivide in 5 appuntamenti.

Il primo appuntamento della rassegna avrà come protagonista il film di Remo Schellino “GLI ANNI DI GHIACCIO 1941/43”.

“Gli anni di ghiaccio” è una produzione del 2002 e fu voluta dalla Sezione Alpini di Ceva e dalla Città di Ceva.

Infatti quasi tutti i testimoni appartengono alla zona del Cebano e sono : Giacomo Vadda, Agostino Taramasso, Fiorino Rumazza, Domenico Roascio, Luigi Vada, Carlo Ferro, Edoardo Veglia, Giuseppe Zoppo, Giovanni Bertero, Rinaldo Fracchia, Stefano Carnevalini, Don Rinaldo Trappo. Due i testimoni dell’Alta Val Tanaro: Paolo Clavario di Pievetta e Pietro Launo di Ormea.
I sopravvissuti raccontano, scavando nella memoria, una delle più disastrose campagne militari della storia italiana. Dal punto di vista di chi la storia la subisce narrano la triste vicenda dell’ARMIR (Armata Italiana in Russia) mandata da Mussolini a combattere contro un popolo, quello russo, che non conoscevano e che non odiavano.
Carente di automezzi e di armi , sprovvisto di un adeguato abbigliamento per sopportare la rigidità del clima, lasciato infine allo sbando dopo l’annuncio della Ritirata, il corpo d’armata alpino si trova a vivere uno spaventoso dramma, un calvario che si concluderà con un numero impressionante di morti e di dispersi ( circa 90.000) e più di 30.000 feriti.
Nei ricordi dei reduci si mescolano rabbia e disperazione, poche le memorie più dolci.
“Riteniamo che la testimonianza diretta sia un mezzo didattico insostituibile – affermano gli autori del documentario – l’unico in cui la storia possa parlarci a viso aperto ed in prima persona”.

La Produzione del documentario è della POLISTUDIO di Remo Schellino e Erika Peirano.
La regia è di Remo Schellino,il testo e il montaggio sono di Erika Peirano,la consulenza storica è di Livio Berardo e Matteo Raviolo,i brani dei racconti sono letti da Erika Peirano e Luca Occelli,il coordinamento è di Giorgio Gonella.

Per ulteriori informazioni:
Cinema – Teatro Baretti di Mondovì
Corso Statuto, 12f – 12084 Mondovì (CN)
Tel 0174.45660
[email protected]
http://baretti-mondovi.wixsite.com/cinema-baretti/contatti
https://www.facebook.com/CinemaBarettiMondovi/