Rassegna Cinematografica “L’Italia Che Non si Vede” | A Saluzzo, Cinema Teatro Magda Olivero dal 12 al 26 febbraio, in programmazione

0
333

A Saluzzo presso il Cinema Teatro Magda Olivero dal 12 al 26 febbraio 2018, è in programmazione la Rassegna Cinematografica “L’Italia che non si vede”.

Lunedì 12 Febbraio
GRANMA di Daniele Gaglianone – Italia, 2017
con la partecipazione del regista

 

Lunedì 19 Febbraio
IL PIÙ GRANDE SOGNO di Michele Vannucci – Italia, 2016

 

Lunedì 26 Febbraio
LIBERE di Rossella Schillaci – Italia, 2017

 

Cinema Teatro Magda Olivero – Saluzzo
Via Palazzo di Città 15
Inizio proiezioni ore 21.15
Abbonamento per i 3 film: 5 euro

 

Rassegna Cinematografica “L’Italia che non si vede”
Rassegna itinerante di cinema del reale promossa dall’Ucca.

 

“Nel giovane cinema italiano – scrive Bobo Roversi (presidente UCCA) – ci sono fermento e segnali tangibili di un salutare ricambio generazionale. Il cinema del reale sembra finalmente uscito dalla storica gabbia autoriale dell’autoreferenzialità.

E’ vitale e testardo, scalcia e sgomita. Sconta le sue imperfezioni, certo, ma è sfrontato e coraggioso. E non teme di sporcarsi le mani”.

Perchè questa rassegna?
Perchè questa rassegna dà visibilità al cinema di qualità, trascurato dalla distribuzione commerciale, e affronta argomenti di rilevanza sociale spesso non adeguatamente raccontati dal mondo della cultura oppure rimossi o banalizzati nei talk show televisivi.

Partner
“L’Italia che non si vede” è una rassegna cinematografica itinerante promossa dall’UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci). I partner ed i promotori della rassegna organizzata a Saluzzo sono: Circolo Ratatoj, Comitato Arci Cuneo-Monviso, ANPI Saluzzo, Saluzzo Migrante, Associazione Bella Ciao, con il patrocinio della Città di Saluzzo.

I film scelti per l’edizione saluzzese:
“Granma” di Daniele Gaglianone, affronta il tema delle migrazioni rovesciandone l’ottica, adottando il punto di vista di chi, in Nigeria, è combattuto tra l’aspirazione ad una vita dignitosa e il timore per il lungo e rischioso viaggio che dovrebbe affrontare.

“Il più grande sogno” di Michele Vannucci, un film che racconta il riscatto impossibile di un ex-pregiudicato della periferia romana, con l’aspirazione ad un’esistenza diversa per sé, la sua famiglia e la borgata in cui vive.

“Libere” di Rossella Schillaci. Qual è stato il ruolo delle donne nella resistenza italiana? Cosa ha significato per loro quel periodo di lotta ed emancipazione e cosa hanno ottenuto al termine della guerra? Libere è un racconto che si fonda sulle voci delle stesse donne, grazie al recupero di testimonianze originali e immagini storiche.

 

su fb: www.facebook.com/events/312730062570138/
info: www.ratatoj.it