Quasi duemila i partecipanti a “Diventiamo cittadini europei”

0
337

La 34esima edizione del concorso “Diventiamo cittadini europei. Per un’Europa più unita, più democratica e più solidale”, promossa  dalla Consulta europea del Consiglio regionale del Piemonte, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico regionale per il Piemonte e il Parlamento europeo, ha visto la partecipazione di 1.982 tra studenti e studentesse appartenenti a 68 scuole superiori piemontesi, per un totale di 878 temi realizzati.

 

Nel corso del 2018 i vincitori, in numero massimo di centosessanta, accompagnati dagli insegnanti, parteciperanno a viaggi-studio presso istituzioni europee ed internazionali, alla 32esima edizione del Seminario di formazione alla cittadinanza europea di Bardonecchia e alla Festa dell’Europa promossa dal Parlamento Europeo a Milano. I migliori elaborati saranno pubblicati sulla pagina Facebook del Consiglio regionale del Piemonte.

 

Finalità del concorso è la formazione delle giovani generazioni in una prospettiva di cittadinanza in un’Europa unita in un mondo interdipendente.  Le ragazze e i ragazzi degli istituti d’istruzione secondaria di secondo grado del Piemonte hanno avuto la possibilità di scegliere tra questi due temi:

 

– La recente decisione della Gran Bretagna di uscire, dopo l’esito del referendum, dall’Unione  europea deve far riflettere sulle regole di recesso previste dal Trattato di Lisbona e soprattutto sulle  ipotizzabili conseguenze per la Gran Bretagna, per l’Unione europea e più in generale anche per il  mondo di tale decisione. Scrivi una lettera aperta ad una tua coetanea o ad un tuo coetaneo del Regno Unito esponendo loro le tue opinioni sull’argomento.

– L’art. 3 del Trattato di Lisbona impegna l’Unione europea a perseguire la piena occupazione e il  progresso sociale. Come è noto in Italia il tasso di disoccupazione, specie giovanile, è davvero  impressionante, con evidenti gravi ricadute sul piano sociale.  Sei a conoscenza che l’Unione Europea ti offre molte opportunità per studiare e cercare lavoro in  altri paesi europei? Sei a conoscenza delle politiche intraprese dall’Unione europea per combattere  la disoccupazione? Quali nuove iniziative dovrebbe intraprendere l’Unione per affrontare più  adeguatamente il problema?

 

Il 25 ottobre dello scorso anno, per illustrare i temi proposti è stata organizzata una giornata formativa svoltasi a Palazzo Lascaris. Per preparare le scuole al concorso, si sono svolte inoltre diverse conferenze tenute da docenti universitari.