Cervere, sotto l’albero di Natale arrivano la nuova palestra e l’intesa per gestirla

0
361

A Cervere sotto l’albero di Natale arriva, per scuole e associazioni sportive del territorio comunale, la nuova palestra scolastica con annessa proposta di convenzione in base alla quale affidare la gestione dell’impianto oramai ultimato.

 

Un fiore all’occhiello dell’offerta infrastrutturale di cui il Comune si è dotato nell’interesse esclusivo delle realtà didattiche e associative del territorio – commenta il Sindaco, Corrado Marchisio – Per questo motivo, e applicando le direttive che sono state approvate dal Consiglio comunale, andremo avanti nell’intendimento di garantire la territorialità della gestione che sarà oggetto di specifico affidamento da parte dei nostri uffici tecnici. La disciplina che abbiamo introdotto, come Comune, punta a coniugare il radicamento territoriale del gestore, no profit, con la sua qualificazione determinata dall’appartenenza al Coni, dall’operatività almeno triennale e dalla partecipazione a competizioni almeno provinciali nella propria disciplina“.

 

Lo schema di convenzione approvato dalla Giunta Marchisio, a favore della piena attivazione dell’innovativo impianto situato in via Adua, prevede pertanto una gestione sperimentale fino al 30 giugno 2019, prolungabile al massimo di un anno ulteriore. La priorità nell’utilizzo della struttura sportiva è naturalmente riconosciuta alle scuole dell’obbligo, elementari e medie inferiori, presenti nel contesto comunale, ma con l’ulteriore obiettivo di estendere l’uso alle realtà sociali, familiari e individuali per almeno quattro ore settimanali.

 

Il piano tariffario definito dal soggetto gestore – su cui incomberanno le spese di ordinaria gestione e funzionamento unitamente al pagamento delle utenze energetiche eccedenti i primi tremila euro annui di riscaldamento e degli eventuali stipendi del personale – dovrà essere sottoposto ogni anno alla preventiva approvazione da parte del Comune “in modo da coniugare economicità efficienza e apertura sociale – conclude il Sindaco – Come Amministrazione, abbiamo svolto la nostra parte applicando correttamente una normativa non facile a livello nazionale e che auspichiamo venga rivista e chiarita per consentire, in via definitiva, una gestione in grado di valorizzare le risorse, altamente qualificate e accreditate, del no profit e del volontariato sportivo attivo nel nostro ambito territoriale“.