Alba: festeggiato l’anniversario del gemellaggio tra l’Avis e i donatori di sangue di Saint Tropez, Sainte-Maxime e La Croix Valmer

0
522

Sabato 18 novembre la sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba ha ospitato la festa per l’anniversario del gemellaggio tra  l’Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue) di Alba  e i donatori di sangue di Saint Tropez, Sainte-Maxime e La Croix Valmer.

 

Una partecipata cerimonia aperta con i due inni nazionali intonati in fisarmonica da Camilla Pittatore per la ricorrenza dei quarant’anni di gemellaggio con i donatori di Saint Tropez, Gassin e Ramatuelle ed i trent’anni anni di gemellaggio con Sainte-Maxime e La Croix Valmer.

Benvenuti nella nostra Alba – ha detto il Sindaco Maurizio Marello agli ospiti parlando in francese – Con piacere vi accogliamo in questa sala del Consiglio comunale, dove si prendono le decisioni importanti per la città, in questa occasione per celebrare il gemellaggio tra l’Avis di Alba  e i donatori di sangue di Saint Tropez, Sainte-Maxime e La Croix Valmer. Un gemellaggio è amicizia e fraternità. Il vostro gemellaggio è particolare perché vi lega il dono del sangue. Voi praticate la solidarietà contro ogni forma di egoismo. Ringrazio particolarmente l’Avis di Alba e Flavio Zunino per il lavoro verso la nostra comunità. Vi auguro di continuare questa vostra opera per i prossimi 40, 50,70 anni e anche oltre. Grazie”.

 

Parlare del gemellaggio tra l’Avis di Alba e le “Amicales des Donneur de Sang du Golf de Saint Tropez” – ha spiegato il presidente dell’Avis di Alba Flavio Zunino – è far rivivere una storia fatta di rapporti internazionali ma soprattutto di amicizia e collaborazione. Fra Alba e Saint Tropez 40 anni fa fu amore a prima vista e dieci anni dopo nel 1987 poi si unirono Sainte-Maxime e La Croix Valmer. Il gemellaggio è nato per un confronto di idee, ma anche per un grande spirito di unitarietà d’intenti e di voglia di stare insieme. OggiAggiungi un appuntamento per oggi l’augurio più sincero è che chi reggerà le sorti delle nostre associazioni in futuro sappia mantenere viva la fiamma della fratellanza, della solidarietà e dell’amicizia per essere sempre più cittadini di un mondo migliore”.

 

Alla cerimonia hanno espresso tanta emozione e grande compiacimento per la bella e lunga storia di amicizia  i presidenti delle associazioni dei donatori di sangue francesi: Cécilia Brovia  (Saint Tropez, Gassin e Ramatuelle) e Michel Demay (Sainte-Maxime et du Plan de la Tour), accanto al vice presidente di La Croix Valmer Yolande Chaix, insieme a Vincent Morisse Sindaco di Sainte-Maxime.

 

Durante l’evento sono anche intervenuti anche Lorenzo Meinardi artefice dei gemellaggi tra l’Avis di Alba e le città francesi, Tonino Ghigo in rappresentanza dell’Avis provinciale, il senatore Tomaso Zanoletti ex Sindaco di Alba e Giovanni Bressano ex presidente dell’associazione Famija Albèisa. La serata si è conclusa con lo scambio dei doni e poi la cena tutti insieme.