Il click della V2 punta ora ad aprire i mercati albanesi e balcanici all’hi tech piemontese

0
661

Aprire nuovi mercati, non soltanto remoti ma di prossimità rispetto alla casa madre italiana. Una missione che V2, con i propri telecomandi, intende confermare sui mercati esteri gestendo una propria prossima “new entry” sul mercato albanese e balcanico.

 

A seguito della visita realizzata nella sede centrale di Racconigi, padrone di casa il presidente e fondatore Antonio Livio Costamagna, dai direttori generali dei Comuni di Tirana e di Lezha, Genci Kojdheli e Petrit Marku, una delegazione di V2 ha fatto tappa in quest’ultima città, famosa per essere la sede del mausoleo di Skanderbeg patriota simbolo albanese, per un meeting con il funzionario dei progetti strategici comunali Lan Koka.

 

L’azienda italiana, rappresentata dai dirigenti commerciali Ronnie e Davide Arpellino e dall’intermediario Albert, ha discusso con il dirigente di Lezha le possibilità di inserimento delle tecnologie legate alla domotica e alla sicurezza degli ingressi (anche industriali e viabilistici) nel mercato pubblico privato dell’Albania, Paese in cui gli sviluppi edilizi e infrastrutturali stanno trasformando la Nazione balcanica trainandone il prodotto interno.

 

Ci ha fatto molto piacere, con l’aiuto del giornalista Alessandro Zorgniotti, cogliere le possibilità offerte dai progetti di cooperazione tra Piemonte e Albania per sondare da vicino questa realtà Adriatica, molto dinamica e con una popolazione mediamente giovane e tecnicamente qualificata nei settori edili e impiantistici – hanno commentato i delegati aziendali – Analogamente alla missione già concretizzata in altri Paesi europei emergenti, come la Romania, intendiamo verificare progetti di graduale insediamento che valorizzino la destinazione albanese come ponte verso il resto della grande area dei Balcani“.

 

Nell’ottica di sostenere, in chiave anche simbolica oltre che pratica, i legami di cooperazione binazionale, V2 concorrerà al soggiorno del direttore di Radio radicale Albania, Artur Nura, in provincia di Cuneo nella prima settimana di dicembre culminante con il varo del nuovo volo Cuneo Levaldigi Tirana gestito da Fly Ernest. A conclusione della missione, l’inviato Zorgniotti ha donato a Lan Koka, per il sindaco Fran Frrokaj e il direttore Marku, il manuale di educazione finanziaria del Banchiere fossanese Beppe Ghisolfi e il volume Inalpi Confapi di educazione alimentare dei fratelli Ambrogio e Pierantonio Invernizzi, due fra i principali sponsor degli eventi che hanno condotto la città di Lezha a intitolare una via centralissima ai grandi industriali albesi Michele e Pietro Ferrero.