Calcio femminile, a Cuneo è partito il nuovo progetto: “Vogliamo continuare a crescere”| Presentata la squadra composta da giovanissime ragazze che fa parte dell’Ac Cuneo 1905: per ora sono 13 le giocatrici tesserate

0
366

“In questo momento di difficoltà per il calcio maschile, il femminile può dare una grossa mano a tutto il sistema”. Così Marco Rosso, presidente dell’AC Cuneo 1905, ha legittimato il nuovo progetto legato allo sviluppo del calcio femminile nel settore giovanile del Cuneo, società professionistica maschile che milita nel campionato di serie C.

 

La presentazione è avvenuta nel Salone d’Onore del Comune di Cuneo, con Eva Callipo, responsabile femminile del settore giovanile ed icona del calcio in rosa cuneese, a parlare per prima. “La collaborazione con società maschili professionistiche è importante per tutto il movimento femminile. Partiamo per questa nuova avventura con grande entusiasmo e voglia di crescere. Soprattutto vogliamo che crescano le nostre ragazze: il nostro obiettivo è creare una realtà calcistica femminile importante a Cuneo, dove fino all’anno scorso c’era una squadra in serie A”.

 

“Il calcio femminile è un’opportunità ed un aiuto importante anche per il calcio maschile – ha aggiunto il presidente Marco Rosso -. Vogliamo che queste ragazze crescano, come numero ed anche per qualità, attraverso gli allenamenti. Siamo felici di poter mettere a disposizione le nostre strutture, la nostra organizzazione e la nostra competenza per crescere insieme: perché siamo un’entità unica ormai, siamo tutti accomunati dalla grande passione per il calcio”.

 

Mauro Amanzi, direttore del settore giovanile, si è detto contento “di poter allargare il gruppo accogliendo giovani calciatrici”, ribadendo che le ragazze si devono sentire “parte integrante della società”, e l’amministratore unico Oscar Becchio si è augurato che attraverso questo progetto si possa ricostruire quello che il Cuneo femminile è riuscito a fare negli anni. Presente, in rappresentanza del Comune, anche l’assessore Franca Giordano, mentre tra il pubblico c’era il presidente della Figc provinciale Pino Chiavassa, che, rivolgendosi alle ragazze, ha consigliato: “Giocate per divertirvi”.

 

Proprio loro, le giovani calciatrici del Cuneo, sono state le principali protagoniste della serata. Per ora sono 13: Valentina Ballatore, Federica Blangetti, Annachiara Caselli, Grace Flores, Marta Giraudo, Matilde Gonella, Marta Martinasso, Nicole Martinasso, Rachele Perri, Lucretia Petre, Anna Robbione, Elisa Robbione, Miriam Tomatis. A seguirle l’allenatore Remy Bernard, coadiuvato da Gianluca Petruzzelli, ex tecnico del Cuneo Femminile in serie A, e da Aurelio Seoni come preparatore dei portieri.

 

La squadra per ora non partecipa a nessun campionato, ma si allena regolarmente, due volte a settimana. La volontà della società è di ampliare il numero delle tesserate, per questo l’invito a partecipare agli allenamenti “a porte aperte” è rivolto a tutte le ragazze che fossero interessate ad avvicinarsi al calcio.

 

Gabriele Destefanis