Ceva: caso “Salgaim”, si dimettono i sei consiglieri ex maggioranza

0
458

Tutto era cominciato durante il Consiglio Comunale di venerdì 22 di settembre, tra i vari ordini del giorno doveva intavolarsi la discussione riguardante il possibile insediamento della Salgaim – azienda di Padova che lavora gli scarti alimentari e di macellazione – nell’area PIP e con la dissertazione dei sei esponenti di maggioranza (i consiglieri Alberto Cajro, Matteo Gagino, Giulia Iseppi e Alessandro Merlino e i due assessori Paola Gula ed Enrico Stirianotti).

L’azione ha quasi portato al commissariamento, evitato dal colpo di coda del primo cittadino della “città del fungo”, Alfredo Vizio, che ha deciso di “mischiare le carte” ritirando formalmente le deleghe di Gula e Stirianotti inserendo nell’esecutivo Giovanni Rachino e Vincenzo Bezzone direttamente dall’opposizione.

 

Contemporaneamente anche Gianluca Garelli e Lorenzo Alliani sono passati dall’opposizione all’amministrazione costituendo il nuovo gruppo “AVEC” e mettendo, di fatto, Cajro,  Gagino,  Iseppi e  Merlino in minoranza. Oggi l’ulteriore colpo di scena – in realtà già annunciato da un manifesto appeso sui muri di Ceva – con il quale i quattro consiglieri e i due assessori rassegnano le loro dimissioni, sorte analoga per gli altri quattro candidati rimanenti della lista. Il sindaco Vizio negli scorsi giorni si era detto felice dell’accordo con i consiglieri di minoranza e di come fossero pronti a ripartire con passo deciso, vedremo adesso gli sviluppi futuri della vicenda.

 

Marianna Prandi