Mondovì: è monregalese il vincitore del 30° Campionato Italiano di Mongolfiere (GUARDA IL VIDEO e LE FOTO) | Paolo Oggioni ha conquistato il 1° posto nel lungo weekend di gare. Terzo un altro monregalese, Giovanni Aimo

0
547

Il 30° Campionato Italiano di mongolfiere si è svolto a Mondovì dal 28 al 30 settembre 2017: 3 giorni di competizione tra voli e briefing, 10 mongolfiere in gara, 2 voli al giorno, uno alle 7 e uno alle 17,30. Ecco come si sono svolte le gare. Ogni gara conta numerose prove (“task”), che consistono solitamente in una specie di “tiro al bersaglio”: i piloti devono raggiungere un punto preciso (spesso determinato dal giudice di gara), conoscendone le coordinate.

Un tempo il bersaglio era costituito da una grande croce di stoffa stesa a terra (tipologia di gara ancora esistente), ma al giorno d’oggi si usano bersagli “virtuali”: i piloti, che conoscono le coordinate esatte del bersaglio (può anche essere in quota), devono raggiungere quella posizione o avvicinarsi ad essa il più possibile quindi trasmettere la loro posizione attraverso un dispositivo elettronico, detto “logger”.

 

Oggi, domenica 1 ottobre, è stata resa nota la classifica che vede al vertice proprio un monregalese. Si tratta di Paolo Oggioni, 52 anni, che vince in “casa” e porterà Mondovì ai Mondiali 2018 in Australia. Oggioni, già campione italiano nel 2009 e nel 2010, è pilota di professione e titolare della “Slowfly” di Mondovì. Bene anche Giovanni “John” Aimo, arrivato 3°.

 

Di seguito la classifica completa del Campionato Italiano 2017:
1. Paolo Oggioni, Mondovì (CN)
2. Guido Montemurro, Milano (MI)
3. Giovanni Aimo, Mondovì (CN)
4. Igor Charbonnier, Aosta (AO)
5. Oscar Lombardo, Mondovì (CN)
6. Paolo Bonanno, Mondovì (CN)
7. Roberto Botti, Grosseto (GR) 
8. Gianfranco Curti, Chiusa di Pesio (CN)
9. Edoardo Barbieri, Carpineti (RE)
10. Nicola Bencivinni, Palermo (PA)

 

Mondovì dà appuntamento a gennaio 2018 per il consueto Raduno dell’Epifania.

 

{gallery}sport/mongolfiere_mondovi_camp_ita{/gallery}

 

{youtube}9zlwBZ9WE4E{/youtube}

 

Marianna Prandi