Fiera Bovina di Cervere: montepremi di 7000 euro

0
320

Approvato dal Comune, anche per l’edizione di quest’anno, il pacchetto economico a sostegno della fiera zootecnica e patronale di Santa Croce di Cervere.

In particolare, è stato definito il montepremi unitamente alle agevolazioni fiscali e tariffarie per gli espositori. “La somma individuata per l’oramai imminente edizione – dichiara il sindaco Corrado Marchisio – ammonta a complessivi 7000 euro, principalmente destinata al montepremi per gli allevatori che esporranno nella giornata del 18 settembre. In analogia alle passate edizioni, un contributo importante arriverà dagli sponsor economici e bancari il cui ruolo di conferma sempre decisivo e qualificante per il buon fine del complessivo evento”.

 

Evento che, nei fatti, tiene a battesimo l’autunno con gusto cerverese, rappresentando un banco di prova verso la fiera del Porro. “Al fine di ribadire le migliori condizioni per gli espositori zootecnici e commerciali e per le strutture del tempo libero – prosegue il primo cittadino – in conformità al regolamento comunale, abbiamo previsto di non applicare il canone di occupazione del suolo pubblico, con l’obiettivo di agevolare concretamente sia gli allevatori, relativamente alla giornata di lunedì 18, sia i gestori delle strutture di intrattenimento danzante e gastronomico, per i giorni dal 15 al 21 sempre del mese di settembre”. Della gestione del montepremi è stato incaricato l’assessore Davide Rinero.

 

Nel frattempo, sempre con riferimento alla prima parte di settembre, sono ancora aperte le adesioni alla Fiera del Porro di novembre, per consentire la partecipazione agli operatori agricoli e commerciali interessati ad acquisire uno spazio per l’esposizione e la vendita diretta al pubblico: i moduli sono stampabili dal sito web del Comune di Cervere.