Saluzzo: la Mostra della Meccanizzazione Agricola spegne 70 candeline | In contemporanea, si terranno la 45ª Mostra Regionale della frisona e la 18ª Mostra dell’auto e della moto

0
241

La Mostra della Meccanica di Saluzzo nel 2017 riparte sul solco tracciato nella passata edizione raccontando un territorio che lega pianura, collina e montagna.

Si presenta l’intero comparto meccanico-agricolo con le sue novità e le sue peculiarità, offrendo al contempo una particolare attenzione al tema “legno”, una risorsa naturale di cui sono ricche le Valli che si affacciano sul Saluzzese. Prosegue così il cammino intrapreso con il “Polo del Legno di Saluzzo e Valli del Monviso” – istituto nato da un accordo sottoscritto dalla Città di Saluzzo che avrà un ruolo di coordinamento e cabina di regia sul territorio.

 

Un progetto che vuole lavorare in due diverse direzioni: lo sviluppo della dimensione formativa da un lato e la produzione dall’altro, al fine di realizzare un progetto di filiera del legno che volga lo sguardo all’utilizzo allargato di questo materiale per la valorizzazione del legno locale e di tutti i suoi utilizzi.
Il legno come risorsa del territorio di Move e come elemento che ne racconta la storia attraverso, ad esempio, l’artigianato di alta qualità ancora oggi raccontato da una Mostra Nazionale organizzata dalla Fondazione Amleto Bertoni.

 

Novità dell’edizione 2017, è stata messa a disposizione degli espositori un’area demo dove alcune delle aziende potranno presentare i propri macchinari e mostrarne il funzionamento, a partire dal sabato pomeriggio. Gran parte degli espositori che hanno accolto l’invito alle dimostrazioni sono aziende che producono e trattano macchinari utili alla lavorazione del legno.

 

La Mostra della Meccanica Agricola sarà dunque una tre giorni in cui immergersi in uno spaccato della terra saluzzese e delle sue tradizioni più radicate, un appuntamento per gli operatori del settore in grado di guardare all’evoluzione e alla sperimentazione senza perdere la sua secolare vocazione d’incontro popolare.
Ad aprire la 70a edizione sarà nuovamente il Vice ministro alle Politiche Agricole alimentari e forestali Andrea Olivero: segno tangibile della rilevanza nazionale che riveste la Fiera di Saluzzo.
Eccoci quindi a presentare una Fiera che nella tradizione sa trovare spunti di innovazione e che sa oggi presentarsi come una delle tappe imperdibili per conoscere, informarsi, osservare le novità del mondo agricolo. La Mostra sarà poi un momento di confronto per offrire spunti di riflessione e nuove idee. Verranno proposti due momenti di incontro: una tavola rotonda il sabato mattina, prima del momento inaugurale, per parlare di PSR – Programma di

Sviluppo Rurale della Regione Piemonte concentrandosi su cosa si sta facendo e che cosa si potrà fare in futuro, e una conferenza per confrontarsi con l’agricoltura di montagna e delle terre alte, a cura dell’Uncem e del Gal Tradizione delle Terre Occitane, nella mattinata del lunedì.

 

Altro focus sarà dedicato alle specializzazioni legate al binomio “qualità-sicurezza”, alle nuove innovazioni tecnologiche nel campo di ogni tipo di macchinario per l’agricoltura e l’allevamento.
Confermata infatti la centralità della zootecnica all’interno della rassegna, con la 45esima Mostra Regionale della frisona, grazie alla collaudata collaborazione con Arap, Apa e Aia.
Sempre fondamentale l’apporto delle associazioni di categoria Coldiretti, Confagricoltura e Cia, e con alcune delle più importanti aziende del settore del nostro territorio: Supertino, Vaudagna e Olimac. Cooperano con la Fondazione Arproma e Confartigianato, parti attive al tavolo di lavoro per l’organizzazione dell’evento.

 

Circa 500 gli stand, in totale si contano 35mila mq di area espositiva con più di 170 aziende presenti – con un nuovo incremento rispetto alla passata edizione degli espositori presenti, alcuni per la prima volta a Saluzzo -, oltre a numerosi stand istituzionali e di categoria. Le aziende ospiti arrivano anche da fuori Regione, e non mancano i grandi marchi internazionali del settore, presenti con i loro concessionari.
Durante la manifestazione sarà in programma la 18a Mostra dell’auto e della moto, collocata nell’Ala di Ferro di Piazza Cavour: una vetrina d’eccezione che vedrà le concessionarie locali protagoniste nel centro cittadino per tutta la durata dei festeggiamenti patronali, inaugurati proprio dalle due esposizioni.

 

Orari:
Taglio del nastro – Sabato 2 settembre ore 11.30 – Foro Boario
Sabato 2 e Domenica 3 settembre apertura dalle ore 8 alle ore 21
Lunedì 4 settembre apertura dalle ore 8 alle 16