La Via del Sale: bilancio positivo a un mese dall’apertura | Dal 24 giugno sono stati registrati 1200 accessi di veicoli a motore. In aumento gli escursionisti in bici e e-bike

0
344

Grande successo nel primo mese di apertura della Via del Sale, la strada d’alta quota che collega Limone a Monesi di Triora, nell’entroterra ligure.

Dal 24 giugno 2017 sono stati registrati complessivamente circa 1.200 accessi di veicoli a motore – tra moto, quad e fuoristrada, in aumento rispetto allo scorso anno.

Cresce, inoltre, l’interesse dei turisti stranieri, in primis francesi e tedeschi, che sempre più spesso scelgono di attraversare le Alpi Marittime lungo il panoramico tracciato.
La strada, riaperta al pubblico nell’estate 2015 in seguito a una grande opera di ristrutturazione nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Alcotra, sarà accessibile per tutta l’estate fino a domenica 8 ottobre con traffico regolamentato.
Il regolamento consente l’accesso giornaliero massimo di 80 auto e 140 moto dietro il pagamento di un corrispettivo (15 euro per le auto e 10 euro per le moto), con circolazione consentita ai veicoli a motore dal mercoledì alla domenica, mentre non c’è alcuna limitazione per ciclisti ed escursionisti a piedi o a cavallo.

Si ricorda, inoltre, che nella settimana di Ferragosto l’orario di circolazione subirà alcune modifiche: martedì 15 agosto è prevista l’apertura straordinaria della strada, mentre i giorni settimanali di chiusura ai veicoli saranno spostati a lunedì 14 e mercoledì 16 agosto.
L’ingresso alla Via del Sale dal lato limonese è situato all’arrivo della Seggiovia Pancani (zona Quota 1400), mentre sul versante ligure è stato da poco ripristinato il collegamento da Monesi, ma con passaggio obbligato da Upega, frazione del comune di Briga Alta.

“Anche quest’anno la Via del Sale si conferma un’attrattiva di richiamo internazionale, con ricadute positive per l’indotto turistico dei territori attraversati – ha commentato il sindaco di Limone Angelo Fruttero -. Ci auguriamo che la stagione prosegua in questa direzione. In tal senso, sono convinto che l’attività di promozione congiunta con l’Atl del Cuneese contribuirà a valorizzare e a far conoscere questo splendido percorso d’alta quota”.

“La vera sorpresa della stagione sono stati i ciclisti, molti con biciclette a pedalata assistita, che sono sempre più numerosi, anche se finora i lunedì e martedì senza veicoli non sono stati sfruttati a pieno dagli escursionisti – ha aggiunto Piermario Blangero, della Scuola Sci Limone, che gestisce il punto di accesso limonese -. Per quanto riguarda la provenienza, nei weekend si vedono soprattutto italiani e francesi, mentre in settimana a farla da padrone sono i tedeschi, seguiti da svizzeri e austriaci”.

“La Via del Sale è un prodotto turistico a sé stante unico al mondo – ha dichiarato Paolo Bongioanni, direttore dell’Atl del Cuneese -. La più bella strada bianca d’Europa, percorribile a piedi, in bici, in auto e in moto, verrà per il prossimo anno ampliata ed integrata con varianti sia per i mezzi a motore, sia per biciclette muscolari o a pedalata assistita.

La Via del Sale rappresenta il collegamento naturale tra la provincia di Cuneo e la Riviera Ligure di Ponente che offre la possibilità al visitatore di sposare le Alpi ed il mare: un connubio unico al mondo”.

Per informazioni più dettagliate sulla percorribilità del tracciato telefonare al366/6815384 (Piermario).
Per info e prenotazioni dei ticket di ingresso consultare il sito www.limoneturismo.it nella pagina dedicata, dove è possibile anche scaricare il regolamento.