Racconigi: muore per un malore improvviso a soli 63 anni, il medico Gianfranco Ghiberti | Direttore dell’Hospice per malati terminali di Bra e precedentemente responsabile della struttura semplice di Lungodegenza dell’ospedale di Saluzzo

0
722

Si è spento nella notte del 25 luglio, stroncato da un malore, probailmente da attribuirsi ad ischemia cerebrale Gianfranco Ghiberti di 63 anni, noto medico originario di Racconigi, che aveva dedicato la sua lunga carriera di geriatra all’ospedale di Saluzzo.

Dallo scorso dicembre operativo presso l’Asl Cn2 di Alba-Bra, dove era il direttore dell’Hospice per malati terminali braidese.

Ghiberti era nato il 10 febbraio 1954; il suo percorso di studi lo aveva portato a prendere dapprima la laurea in Medicina e chirurgia, quindi la specializzazione in Gerontologia e Geriatria. Un percorso formativo che era poi andando arricchendosi con un diploma nazionale in Ecografia ed il master in cure palliative, in Etica pratica e Bioetica.

Una carriera di 32 anni come Dirigente Medico presso Regione Piemonte AslCn1 Presidio Ospedaliero di Saluzzo , dove per 19 era stato Direttore della struttura semplice di Lungodegenza dell’ospedale saluzzese, con esperienza in diagnostica ecografia e di manovre interventistiche eco guidate quali biopsie, drenaggi, accessi vascolari periferici e centrali eco guidati.

Una carriera dedicata anche alle cure palliative e dal dicembre scorso si era trasferito all’Asl Cn2, dove anche direttore dell’Hospice per malati terminali di Bra, gestiva e coordinava uno staff formato da medici, infermieri, OSS, psicologi e fisioterapisti.

Lascia la moglie Anna , i figli Alessandro e Alberto; il funerale si svolgerà giovedì, alle 10 a Racconigi nella chiesa di San Giovanni Battista.

 

AF