A Bra l’opera “Cavalleria Rusticana”in piazza il 1° agosto | Per la rassegna Recondite Armonie 2017

0
180

Il prossimo appuntamento della rassegna è previsto martedì 1 agosto a Bra(Cuneo) alle ore 21,15 in piazza Caduti per la Libertà. Sul palco l’Orchestra Filarmonica del Piemontecon l’opera “Cavalleria Rusticana”. Si è occupata dell’organizzazione l’Associazione “Amici della Musica” di Savigliano.
CAVALLERIA RUSTICANA (opera in un unico atto di Pietro Mascagni, su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci, tratto dalla novella omonima di Giovanni Verga)
Orchestra Filarmonica del Piemonte Aldo Salvagno direttore – Edoardo Siravo regia Alcuni ruoli saranno assegnati ai premiati del Concorso Enzo Sordello di Cuneo 4° ed.

“Hanno ammazzato compare Turiddu”, il grido che chiude l’opera di Mascagni sigla il capolavoro emblematico dell’estetica verista, con i paesaggi sonori assolati, la drammaturgia per stacchi netti, le clausole parlate o gridate, la vocalità orientata sempre ai limiti, il percorso dinamico per apici di tensione, la condotta orchestrale caratterizzata dall’amplificazione ed estensione delle frasi melodiche.

Uno stile di scrittura emulato da epigoni come Giuseppe Mulè, che, rispetto al livornese Mascagni, vantava una nascita siciliana.

La sua musica, oggi di rarissimo ascolto, rifuggendo da qualsiasi intenzione modernista, è interamente pervasa dal richiamo al folklorismo, adeguandosi ai dettami del ventennio fascista, cui Mulè aderì senza riserve come segretario del Sindacato Fascista Musicisti.

La concertazione sarà affidata ad Aldo Salvagno, direttore salernitano con al proprio attivo la conduzione di numerosi titoli operistici alla testa di im- portanti orchestre in Europa, in Asia e in Australia.
I concerti sono suddivisi in sei settori: “Organi Vespera”, “Antiqua”, “Celtica”, “Cambi di stagione” (rassegna a Monforte d’Alba), Opera in piazza e My Train Comin’ Blues Fest.
Contribuiscono all’iniziativa il Ministero per i beni e le attività culturali, la Regione Piemonte, La Fondazione CRT, le città di Cuneo, Savigliano, Saluzzo, Bra, Cherasco, Racconigi, Centallo, Revello, Monforte d’Alba.

Intime relazioni infatti stringono i concerti organistici, non solo per la dimensione solistica degli appuntamenti, ma per i riferimenti storici legati ai manufatti dell’arte organaria piemontese – dagli organi Vittino agli strumenti Vegezzi-Bossi – destinata a gloriosi risultati ben oltre la cortina del piccolo paese di provenienza.

Un nesso stringente avvicina pure i concerti di musica antica, orientati nella definizione della locandine da ricorrenze biografiche come i 250 anni dalla morte di Telemann e storiche, come il 500 anniversario della Riforma.

Il legame con la letteratura si configura almeno in due situazioni, laddove i testi di Cervantes o di S. Agostino si prestano a suggestivi prolungamenti musicali.

Collegamenti tutt’altro che labili sullo sferragliare di vecchie locomotive conservate nel Museo Ferroviario sperimentano i concerti di musica celtica e la piccola rassegna dedicata al blues, offrendo panoramiche sul meglio della produzione nostrana in merito al folklore di etnie europee ed oltreoceaniche.

Concatenzioni multiple offre il settore operistico vantando la collaborazione con enti di produzione come l’Orchestra Filarmonica del Piemonte e concorsi come il Sordello per voci liriche, nell’obiettivo comune di favorire il mondo giovanile.

E come non individuare un rapporto di vicinanza persino tra i due appuntamenti rimanenti, il quartetto d’archi ed il duo chitarra e pianoforte accorgendoci che di strumenti a corde sempre si tratta, se pur gli uni impiegati negli ever-green d’area americana, gli altri saldamente ancorati al mediterraneo europeo?

PROSSIMI APPUNTAMENTI DI “RECONDITE ARMONIE 2017”
RASSEGNA “CAMBI DI STAGIONE”
Domenica 17 settembre MONFORTE D’ALBA Auditorium Fondazione Bottari Lattes – Ore 17
NOCHES ANDALUSAS
Francisco Cuenca Morales chitarra – Josè Manuel Cuenca Morales pianoforte
Siviglia, Malaga, Granada, il mare azzurro, il deserto arido e le alte montagne innevate. I segni storici degli infiniti passaggi tra iberi, cartaginesi, romani, vandali, visigoti, bizantini e musulmani.

Il flamenco la sevillana il Cante Jondo: l’Andalusia ha troppe frecce al proprio arco per non dirsi terra destinata ad esercitare infinite suggestioni creative tanto sui “turisti”, nell’ottica di un esotismo che da Boccherini risale sino a Bizet, a Debussy o a Miles Davis, come sugli “autoctoni”, come Albeniz, Granados o De Falla.

Con la chitarra che rappresenta la Spagna per antonomasia ed un pianoforte chiamato a riassumere talora l’orchestra talaltra il sostegno di colorati gruppi popolari, José Manuel e Francisco Cuenca Morales compongono un raffinato e raro duo, considerato dalla critica come “unico per la capacità di fondere i due strumenti in un unico elemento con estrema eleganza e sensibilità nel tocco”.

Andalusi doc. per nascita e per studi, vantano una vivace attività artistica con esibizioni in tutto il mondo ed importanti premi alla carriera, come il Premio Linares (nel 2001 e nel 2004).

PUNTI VENDITA
Torino Circuito Piemonteticket.it • www.ticket.it Box Office c/o La Feltrinelli Libri e Musica Torino – Piazza CLN 251 – Tel. 011.5611262 Diritto di prevendita 2,00 Euro
Info: 393.6899470

MANIFESTAZIONI A PAGAMENTO:
OPERA IN PIAZZA
Martedì 11 luglio AIDA • CUNEO Piazza della Costituzione ore 21.15 Ingresso da Euro 10,00 a Euro 35,00 – Prenotazioni presso Promocuneo Tel. 0171.698388 Martedì 1 agosto CAVALLERIA RUSTICANA • BRA Piazza Caduti per la Libertà ore 21.15 Ingresso: Euro 10,00 – Prenotazioni posto a sedere non numerato: Ufficio Turistico – Tel. 0172.430185

 

Ufficio Stampa “DR Comunicazione Media Press”
email: [email protected]
Tel. 333/430.97.09
Pagina FB: DR COMUNICAZIONE MEDIA PRESS