Bra: un tavolo permanente sulla Mobilità sostenibile

0
290

Un tavolo permanente di lavoro sul tema della mobilità sostenibile, colonnine di ricarica per le auto elettriche, estensione dei percorsi ciclabili in città, incentivi per chi fa acquisti in bicicletta, nuove politiche di sosta differenziate per zona e costi, possibilità di noleggiare bici elettriche attraverso l’ufficio turistico: sono alcune delle azioni concrete che nei prossimi mesi saranno implementate nell’ambito del progetto “Cambia marcia, usa la testa” promosso dal Comune di Bra con la collaborazione della cooperativa E.r.i.c.a.

Il vicesindaco Massimo Borrelli con delega alla Mobilità sostenibile e l’assessore all’Ambiente Sara Cravero insieme alla Cooperativa Erica hanno fatto il punto sull’andamento della campagna di promozione della Mobilità sostenibile mercoledì 21 giugno 2017 in sala consiglio insieme a numerosi partecipanti ai tavoli di lavoro del 27 e 28 maggio scorsi.

Le opinioni dei cittadini: tavoli di lavoro e questionari

“Sono davvero tanti gli spunti emersi dai lavori dei tavoli che si sono riuniti nella mattinata di sabato 27 maggio – ha spiegato l’assessore Cravero – e i risultati sono stati così positivi da spingerci a trasformare questa occasione di confronto in un tavolo permanente sulla Mobilità sostenibile, improntato alla concretezza”. Importanti elementi di riflessione sono arrivati anche dai dati raccolti tramite questionari somministrati agli studenti e ai cittadini di Bra e dintorni: per quanto riguarda le scuole (su un campione di 2045 studenti) è emerso che il 40% va a scuola a piedi, il 55% in macchina. Tra le ragioni principalmente indicate a giustificare l’uso dell’auto, la distanza, ma anche “risparmiare tempo e comodità”. Per il 65% degli intervistati, usare la bicicletta per andare a scuola non è possibile perché “la strada è troppo pericolosa” (23%), “la mia famiglia non mi lascia” (31%). Molto apprezzato il Pedibus: “Il 46% dei bambini – ha detto Cravero – lo usa perché fa bene all’ambiente e perché consente di passare più tempo con i propri amici”. E dal prossimo anno, come annunciato dagli amministratori, i bambini del Pedibus saranno contraddistinti da una pettorina grazie al supporto di Atlante-Montello. Utili ad improntare le strategie per il futuro, che saranno formalizzate in una bozza di Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile pronta a settembre, anche i dati emersi dai questionari on line e cartacei a cui hanno risposto 586 persone. Nel percorso casa/lavoro o casa/scuola, il 30% dei cittadini va a piedi o in bici, il 60% in auto. Per lo svago ed il tempo libero invece, più del 50% sceglie la mobilità cosiddetta lenta o attiva. “Non ci ha stupito – commenta il vicesindaco Borrelli – il dato sull’uso del trasporto pubblico urbano: il 77% degli intervistati non lo usa mai, il 60% motiva con il fatto che gli orari non collimano con le proprie esigenze. Anche per queste ragioni è in fase avanzata il lavoro di revisione complessiva del sistema di trasporto pubblico locale che il consigliere Pietro Ferrero sta seguendo in prima persona”.
Dalla didattica al futuro

 

Albina Ambrogio, della cooperativa Erica, ha ripercorso il progetto didattico sulla mobilità sostenibile che ha coinvolto gli alunni delle scuole di Bra (più di 400) e i baby consiglieri del consiglio comunale dei ragazzi portando alla stesura di un Manifesto della mobilità sostenibile pieno di spunti e di idee concrete con una sentita partecipazione da parte dei ragazzi e dei docenti. Il prossimo appuntamento con “Cambia Marcia” sarà a settembre, durante la settimana europea della Mobilità sostenibile. Chiude Borrelli: “Ci viene chiesto di avere coraggio. E il coraggio di voler bene a questa città, di ascoltare la voce dei cittadini non ci manca. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita per tutti, partendo da alcune azioni concrete di medio periodo a cui stiamo già lavorando, ma senza trascurare i desiderata e i progetti di più ampio respiro che sono emersi in questi primi mesi di lavoro sulla mobilità sostenibile”.

 

“Cambia marcia, usa la testa – muoviti bene, vivi meglio” è un progetto del Comune di Bra con Cooperativa Erica e il supporto di Banca di Cherasco, Egea, Altante-Montello, Ascom, Atl Langhe e Roero, Lifegate con la collaborazione di Uisp e Libero Mondo.