Grande successo per “E’ tempo di dare un futuro al lavoro” | Conferenza con Tommaso Nannicini al Ping di Cuneo

0
181

Grande successo di partecipazione per la serata di ieri alla Sala Conferenze del Ping di Cuneo, dove con la vice capogruppo PD Chiara Gribaudo e il professor Tommaso Nannicini si è discusso di lavoro.

“Dopo l’approvazione della mia proposta di legge, riconosciuta ormai come Jobs Act del lavoro autonomo, ci tenevo a far ripartire da Cuneo la seconda fase di questo percorso di dialogo che per me è stato e rimane il motore di una politica diversa, che guarda al futuro e soprattutto alla quotidianità dei professionisti, delle imprese e dei lavoratori.

I nostri ospiti di ieri sera ci hanno dato la possibilità di toccare con mano problemi e opportunità dell’economia della conoscenza, generando una discussione approfondita e appassionante.

Devo dire che la comunità ha risposto con entusiasmo, portando l’incontro a un successo inaspettato per temi considerati erroneamente di nicchia, e che invece ormai pervadono il nostro tempo.”

Ha dichiarato Chiara Gribaudo, ringraziando per i loro interventi Manuele Berardo dell’Associazione culturale NOAU, Luisa Degiovanni di Satispay, Monica Mazzucco, architetto di Cultura dal Basso, Danilo Picca dell’Associazione Giovani Ingegneri di Cuneo, Gianfranco Sorasio, AD di Eviso Srl, e Sara Tomatis, avvocato e candidata per il Pd a Cuneo.

“Tommaso Nannicini, determinante per il percorso parlamentare di questa legge, anche in questo appuntamento è riuscito a portare stimoli e spunti capaci di dare una prospettiva vera al dibattito sullo sviluppo e la crescita del Paese, con un’attenzione particolare al ruolo dei giovani.

Lo ringrazio ancora per questo confronto dal quale tutti i partecipanti sono usciti arricchiti: è da momenti come questo che si ricostruisce la fiducia fra la politica e i cittadini.

Il dialogo con chi ogni giorno gioca la sfida della competitività e dell’innovazione è una scelta di metodo che ha già dato i suoi frutti e che merita di essere proseguita per rispondere davvero ai bisogni delle persone e di chi lavora.” Conclude la deputata della Granda.