Valenza: denunciata 39enne pregiudicata per furto aggravato ai danni di un anziano | Denunciato per ricettazione un 33enne marocchino

0
388

I Carabinieri della Stazione di Valenza hanno denunciato per furto in abitazione commesso ai danni di persona anziana una cittadina italiana di 39 anni, pregiudicata, e per ricettazione di un telefono cellulare un cittadino marocchino di 33 anni, con precedenti di polizia.

Il fatto prendeva avvio dalla denuncia presentata da un uomo del posto i primi giorni di questo mese per il furto di un telefono cellulare da lui subito all’interno della sua abitazione.

L’uomo riferiva ai militari che nel pomeriggio di quel giorno, mentre passeggiava per strada, una donna che conosce di vista lo fermava chiedendogli di aiutarla, dandole qualcosa da mangiare.

L’uomo diceva che aveva una piccola pensione e non poteva aiutarla, ma il giorno seguente se la ritrovava sull’uscio di casa mentre rientrava e chiedeva aiuto all’uomo con particolare insistenza.

Per evitare che lo disturbasse ulteriormente, l’uomo decideva di darle la somma di dieci euro e un vecchio telefono cellulare.

La donna però riuscendo ad entrare nella casa e approfittando della distrazione dell’uomo, riusciva ad impossessarsi di un altro telefono cellulare lasciato su un mobiletto nella zona d’ingresso.

L’uomo accorgendosi in un secondo momento della mancanza del telefono, il giorno successivo ha deciso di presentare la sua denuncia ai carabinieri del posto.

Partendo dalla descrizione molto precisa della donna, è stato preparato un fascicolo fotografico contenente anche la foto della 39enne, la quale veniva riconosciuta come l’autrice del furto.

I militari hanno richiesto ed ottenenuto un decreto di perquisizione, dandone esecuzione, hanno rinvenuto a casa della 39enne due telefoni cellulari, uno dei quali regalato dalla vittima e l’altro invece rubato.

Il telefono è stato recuperato e restituito alla vittima mentre la donna è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato.

La denuncia per ricettazione del 33enne marocchino prendeva spunto dalla denuncia presentata da un uomo del posto a fine marzo di quest’anno quando il suo cellulare era stato rubato mentre si trovava all’interno di un magazzino dove lo aveva lasciato incustodito per qualche minuto.

A seguito della denuncia di furto sono state quindi attivate le indagini dei militari ed è stato accertato che il telefono era stato utilizzato dallo straniero, che è quindi stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per ricettazione.