ELEZIONI 2017 – Tommaso Gioffreda in campo per Savigliano: “C’è voglia di trasparenza ed equità” | Intervista al capofila e candidato sindaco per la lista “Savigliano 2.0”

0
274

Continuano le interviste di Ideawebtv ai candidati sindaco in vista della tornata elettorale del prossimo 11 giugno, il protagonista di oggi è il Dottor Tommaso Gioffreda, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Savigliano dal 2012 al 2017 e candidato per il centrodestra sostenuto da Lega Nord, Forza Italia e una civica dal nome Savigliano 2.0 .

 

Cosa è cambiato dal 2012 quando è arrivato in città ad oggi?
“Nella cittadina di Savigliano è aumentata la sporcizia per le strade ed ho visto chiudere molti esercizi commerciali ed aumentare gli immobili sfitti, è però aumentata la voglia di trasparenza ed equità”.

 

Cosa l’ha spinta a mettersi in gioco per la città?
“Savigliano è una città con molte potenzialità, molti amici mi hanno chiesto di scendere in campo per fare in modo che queste potenzialità venissero sfruttate e potenziate. Mi sto riferendo in particolar modo al settore commerciale, all’agricoltura, agli spazi da dedicare ai giovani, alla cultura ecc. Alla fine abbiamo costituito una squadra composta da amici che hanno deciso di mettersi in gioco senza chiedere nulla in cambio”.

 

Ci accenni qualcosa sul suo programma.

“Riassumere in poche parole il programma che abbiamo elaborato è difficile. Ogni punto mi sta a cuore. E’ importante sicuramente avere un occhio di riguardo per quelle che vengono indicate come fasce deboli ossia: anziani e bambini, incrementando il livello di sicurezza ed i servizi, creazione di una rete socio assistenziale tra le varie associazioni e consorzi in modo che si possa riuscire a sostenere tutti i cittadini che versano in situazione di bisogno ottimizzando i costi. Ovviamente non si possono dimenticare i giovani ed il commercio a tal proposito abbiamo pensato alla nomina di un “direttore artistico/culturale”, è implicito, infatti che aumentando il numero delle manifestazioni diurne e serali potremo andare incontro alle esigenze di entrambi, senza trascurare l’importanza dello sviluppo e dell’incremento dei corsi universitari”.

 

Viene da sè che incentivare settore commerciale e culturale impone l’aumento del numero dei parcheggi.
“Anche le frazioni sono un punto importante: occorre senza dubbio riorganizzare in città e nelle frazioni il sistema della raccolta differenziata, perché abbiamo notato delle carenze, interdire il traffico dei mezzi pesanti nel concentrico di Levaldigi. Quanto al recupero degli immobili pubblici intendiamo puntare sulla bioediliza ed i materiali a km 0. Non ci siamo nemmeno dimenticati degli amanti degli animali: abbiamo infatti in programma nei primi 100 giorni di realizzare un recinto per cani in piazza Nizza e di aggiungere almeno 10 raccoglitori per le deiezioni canine”.

 

Approfondiamo il tema della sicurezza

“Se pensava che le rispondessi che diventerò un sindaco-sceriffo grazie alla nuova normativa, le rispondo subito che ciò non è possibile, perché se è pur vero che sono stati ampliati i poteri dei sindaci ciò non vuol dire che essi possano esercitare poteri di polizia, anche se abbiamo a disposizione un provvedimento amministrativo il daspo che ci permette di allontanare o di non far accedere soggetti pericolosi in città…
Quindi svilupperemo il concetto della sicurezza partecipata come bene comune e ciò in collaborazione con le forze di polizia e gli enti associativi; in tema di videosorveglianza attiveremo il sistema già approvato dalla precedente amministrazione; pulizia e decoro urbano; allontanamento piccioni con metodi ecologici ed eco-disinfestazione delle aree interessate; rifacimento delle strade dissestate; revisione della viabilità in alcune zone sensibili della città; integrazione dell’illuminazione ove carente; nomina del nuovo comandante della Polizia Municipale; vicinanza alle persone in difficoltà e massima cura per le fasce deboli, a riguardo creare un osservatorio sugli anziani soli ed in difficoltà; riqualificazione degli immobili pubblici in stato di abbandono; massima attenzione alle frazioni ed estensione servizio navetta alle frazioni nei giorni di mercato; lavorare con le FS affinché vengano eliminate le barriere architettoniche presso la stazione ferroviaria, creazione di più aree dedicate ai cani.

 

Anche il problema dei parcheggi merita un approfondimento secondo me…

Sì, vorremmo ideare un parcheggio sotterraneo ma è necessario uno studio di fattibilità, senza dubbio occorre ampliare il numero dei parcheggi da destinare ai residenti.
È prevista la riqualificazione di Piazza del Popolo utilizzandola in parte come parcheggio di notte il fine settimana, la risistemazione di Corso Alcide de Gasperi e di numerosi altre vie cittadine tra cui, sicuramente, Corso Roma, dove si dovrebbe realizzare una pista ciclabile e si dovrebbero migliorare gli attraversamenti pedonabili. Sollecitare e supervisionare gli enti superiori affinché si adoperino a reperire risorse per le opere non finanziate e per mettere in cantiere al più presto quelle sicuramente necessarie per la viabilità e la sicurezza stradale di Savigliano.

 

Ci parli della sua squadra

La mia squadra è composta da cittadini che hanno utilizzato le loro capacità e competenze lavorative per stilare insieme un programma dettagliato: abbiamo con noi un ingegnere (donna), un cardiologo, un professore di educazione fisica, un imprenditore edile, un avvocato (donna), molti commercianti, appartenenti alle forze dell’ordine, agricoltori, operai, insegnati….appassionati di bicicletta, veri e propri sportivi, giovani mamme, mamme che devono ancora partorire…nonne, nonni, papà e mamme di ragazzi adolescenti e teenager…insomma abbiamo costituito uno schieramento sfaccettato in cui tutti i rappresentanti delle diverse categorie potessero portare il loro contributo.

 

Ha già pensato a come muversi in caso di ballottaggio?
Le rispondo usando una locuzione inglese step by step…

 

EB