Bonus bebè governativo, il boom nazionale anticipato dall’iniziativa di banca Cr Fossano

0
509

Mentre governo e Inps – e altrettanto le giovani madri – plaudono al successo del bonus bebè, non di meno in terra cuneese e fossanese a una tale analoga agevolazione le famiglie – allietate nel tempo dal lieto arrivo di un neonato – guardano con crescente interesse da diversi anni.

Questo grazie a una iniziativa fortemente voluta dalla banca Cassa di risparmio di Fossano e dal suo Presidente Beppe Ghisolfi, che prevede l’erogazione – su richiesta del nucleo familiare interessato – di un bonus per ogni nuovo nato nei territori comunali sedi di filiali della Spa Cassa di risparmio di Fossano.

Una donazione in forma di libretto di risparmio di importo pari a duecento euro che si colloca in attuazione delle politiche educative e aziendali di educazione finanziaria portate avanti da tre lustri dalla istituzione creditizia di riferimento della città degli Acaja, e che ha nell’insieme favorito l’avvicinamento di più famiglie ai servizi e ai prodotti della Crf, come confermato dai rilievi andamentali ancora del più recente consuntivo che certifica un più 4% di crescita dei conti correnti e una raccolta diretta di risparmio da famiglie e PMI sul totale del miliardo e mezzo.