La Diageo non sospenderà l’attività dello stabilimento di Santa Vittoria d’Alba | Salva la linea di imbottigliamento. Lunedì a Bruxelles incontro fra i vertici dell’azienda, l’eurodeputato Cirio e il sindaco di Santa Vittoria

0
273

Lo stabilimento cuneese di Santa Vittoria d’Alba della Diageo, uno degli impianti di imbottigliamento più all’avanguardia e importanti d’Italia, non sospenderà l’attività.

I rappresentanti dell’azienda lo hanno anticipato all’eurodeputato Alberto Cirio, che lunedì 24 aprile a Bruxelles, insieme al sindaco di Santa Vittoria d’Alba Giacomo Badellino, incontrerà i vertici europei della Diageo: il direttore delle relazioni istituzionali per l’Europa, Dan Mobley, e Dirk Van Ham, referente per Nord Europa e Mediterraneo.

«Quando si interagisce con delle multinazionali l’attività di mediazione che può essere fatta a Bruxelles è fondamentale, perché consente di parlare direttamente con i vertici – spiega Alberto Cirio – Io avevo ricevuto questo mandato dall’assemblea dei lavoratori e finalmente l’azienda ci ha dato la notizia che aspettavamo da tempo e a cui lavoriamo da mesi.

Questa importante anticipazione, che sarà maggiormente dettagliata nell’incontro di lunedì a Bruxelles, ci ha confermato che Diageo reputa strategico lo stabilimento di Santa Vittoria e che, grazie ad una nuova logistica interna, verrà garantito lavoro alla sua linea di imbottigliamento.

Numerosi prodotti della linea alcolici, attualmente imbottigliati in Scozia, verranno infatti imbottigliati in Piemonte.

Erano a rischio 120 posti di lavoro, oggi sappiamo che più della metà saranno garantiti e che anche per gli altri l’azienda sta mettendo in campo tutto il possibile per tutelare il patrimonio umano e professionale dei dipendenti di Santa Vittoria d’Alba».