Pregiudicato 29enne di origine albanese domiciliato nel braidese, arrestato per possesso di documento falso e sostituzione di persona | In attesa del giudizio direttissimo, per il reato ipotizzato è prevista una pena da due a cinque anni di reclusione

0
396

A.G., 29enne di origine albanese, domiciliato nel braidese, con precedenti di polizia è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Bra per possesso di documento falso e sostituzione di persona.

Durante i controlli notturni dei carabinieri del Radiomobile, recentemente intensificati per prevenire e reprimere reati predatori, l’uomo era stato fermato e controllato alla guida di un veicolo, mentre era insieme ad un connazionale.

Il primo risultava gravato da numerosi precedenti di polizia, l’altro era recentemente entrato sul territorio nazionale.
Il conducente, alla consueta richiesta di esibire i documenti di guida da parte dei militari, ha assunto un atteggiamento molto nervoso, che si è fatto riottoso al successivo approfondimento dei controlli.

Nel corso della successiva e più accurata ispezione, i carabinieri hanno rinvenuto addosso al cittadino albanese un documento d’identità rilasciato dalle autorità bulgare, riportante le generalità di altro soggetto, risultato inesistente.

Sul documento bulgaro era stata applicata la fotografia del cittadino albanese: il documento era palesemente contraffatto.
La successiva perquisizione presso il domicilio ha permesso di raccogliere ulteriori elementi sul concreto utilizzo del documento falso.
Condotto presso la caserma di Bra, A.G. veniva tratto in arresto e, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Asti dott.ssa Laura Deodato, ristretto presso la camera di sicurezza, in attesa del giudizio direttissimo che si svolgerà nella tarda mattinata di oggi.
Per il reato ipotizzato è prevista una pena da due a cinque anni di reclusione.