Volley B/M: Cuneo, i derby restano un tabù. Alba vince 3-2 al PalaBreBanca

0
334

Dopo Fossano, Cuneo si inchina ad un’altra formazione della Granda, questa volta cedendo al tie-break: Alba passa 3-2 al PalaBreBanca, forse raccogliendo addirittura meno di quanto seminato e portando nelle Langhe due punti comunque preziosi per avvicinare una salvezza che ormai appare ad un passo.

Troppo discontinua la formazione di Berra, a cui non bastano i 28 di Kouznetsov, che ha dovuto di fatto rincorrere dall’inizio alla fine: sotto 1-0 e 2-1, è riuscita a trascinare la sfida al 5° set prendendosi un punto che di fatto non smuove nulla con la permanenza di categoria, anche in questo caso, archiviata o quasi.

 

La sfida più grande per i rossoblu sarà quella di mantenere alta la guardia e trovare le motivazioni in questo finale di stagione, magari provando a chiudere davanti ad una delle altre “cugine” del girone, per evitare un ultimo scorcio di torneo in calando. Bene la squadra di Negro, che può solo rammaricarsi di non aver trovato il bottino pieno, ma che ha comunque fornito una prova importante, sospinta dall’ottima vena dei propri centrali (e di Morchio in particolare).

 

SESTETTO CUNEO

Coscione al palleggio, Ariaudo opposto; centrali Brignone e Flavio Cefaratti, in banda Amouah e Kouznetsov, libero Risso al posto dell’infortunato Balocco.

 

SESTETTO ALBA

In regia Perfetto, opposto Avalle; in mezzo Morchio e Gonella, schiacciatori Miglietta e Di Miele, libero Ciavarella.

 

PRIMO SET

Bene Alba in avvio, con i due centrali subito nel vivo ed a segno (Morchio con un muro, Gonella in primo tempo): perfetto firma il 3-5. Una Cuneo non particolarmente reattiva è sotto 5-8 al time out tecnico. Inizio troppo soft dei padroni di casa: Avalle stoppa Ariaudo, 6-11 con Berra che richiama i suoi in panchina. Non pochi errori in questa fase: Cuneo riesce ad accorciare, Cefaratti in pallonetto firma il -2 (11-13). Dopo la seconda sosta programmata Cuneo, con pazienza, risale e trova la parità: parziale di 6-2, chiuso da Brignone, per il 18-18. La rimonta si ferma sul più bello: la Benassi torna subito a +3, dando poi lo strappo con Avalle e Morchio per il 19-23. Al secondo set ball Avalle regala l’1-0 ospite, 22-25.

 

SECONDO SET

Kouznetsov prova a scuotere se stesso ed i compagni: due punti di fila (con un ace), 2-1 Cuneo in apertura. Langaroli che, comunque, non danno slancio agli avversari con il set che procede sui binari dell’equilibrio: Miglietta colpisce per il 6-6. Due punti di fila, ancora, di Kouznetsov mandano i rossoblu al time out tecnico sull’8-6. Break prezioso per i locali: sul 10-6 è coach Negro a fermare il gioco. Ancora lo schiacciatore numero 7 protagonista: attacco in lungolinea da posto 4, 11-6. Al secondo time out tecnico è 16-12. Continua ad essere Kouznetsov il fattore aggiunto per Cuneo: altro attacco in lungolinea vincente, Alba ricacciata a -3 dopo un mini-break di 0-3 (18-15). Dentro De Luigi per Brignone: Ariaudo in pallonetto porta i compagni sul 20-16, altro stop chiamato da Negro. Nonostante gli inserimenti di Quaglia, Corradino e Magnone, la Benassi non riesce a farsi sotto: Cefaratti mette giù l’ultimo punto, 25-21 e 1-1.

 

TERZO SET

Match che si accende con la ritrovata parità: Alba torna a macinare gioco con buona continuità, Gonella inchioda un gran primo tempo, Di Miele punisce da posto 4, 5-7. E’ 6-8 al time out tecnico. Alba continua a far male con i propri centrali: altro pirmo tempo, questa volta di Morchio, poi Kouznetsov spara fuori in diagonale, 8-11. Problemi in ricezione per Cuneo: Morchio trova un ace pesante, Amouah non riesce ad attaccare: 11-16 alla seconda sosta. Al ritorno in campo Cuneo torna improvvisamente in partita: 7-1 di parziale, concluso con l’ace di Cefaratti, 18-19 e finale riaperto. La Benassi rinsavisce al momento del bisogno: Morchio dice “no” a Kouznetsov, 18-21 per la rabbia di Berra che arresta il gioco. Sempre Morchio nel vivo: prima manda fuori il pallone del 21-24, poi rimedia consegnando due palle set agli albesi (22-24): Ariaudo annulla la prima, Negro si rifugia nel time out. Gonella a segno, 23-25 e 1-2.

 

QUARTO SET

Coscione e compagni costretti ad inseguire anche in questo 4° parziale: ancora problemi sul gioco in primo tempo che Perfetto confeziona con i centrali, Gonella a segno per il 5-7. Cuneo che resta a contatto, Alba con i denti (e nonostante qualche errore di troppo) tiene l’esiguo vantaggio, fino al 13-14: un muro di Kouznetsov ed una doppia di palleggio consentono ai padroni di casa di assestare il sorpasso, 15-14. Risultato che recita 16-15 alla seconda sosta programmata, dopo un altro muro dello stesso schiacciatore cuneese. Alba che non molla di un centimetro e che, ancora con un Morchio in stato di grazia, torna a volare: 18-20. Cuneo appeso alle giocate di Kouznetsov e che, in qualche modo, con Giordana al servizio, impatta a quota 21 quando Di Miele schiaccia contro l’asticella. Gonella manda out il primo tempo, 22-21 e time out Negro. Ariaudo e Cefaratti riaccendono il PalaBreBanca, 24-22.  Alba si salva e manda il match ai vantaggi, su un turno velenoso di battuta di Di Miele, in cui prima Perfetto vince un duello a rete con Amouah, poi Ariaudo e Cefaratti mandano fuori due palloni importanti. Sul 24-25 Coscione trova due punti pesanti e provvidenziali, ribaltando il punteggio. Diversamente da quanto accaduto a Fossano, Cuneo la spunta ai vantaggi, 29-27 con l’ultimo acuto di Ariaudo.

 

QUINTO SET

Tie-break tirato, che Alba inizia con il piede giusto: attacco out di De Luigi, Avalle bene da posto 2, è 2-5 con immediato stop chiesto da Berra. Cuneo di carattere fa pari: l’urlo di Cefaratti per il 5-5. Due errori consecutivi ospiti, poi ancora Cefaratti a segno; 8-6 al cambio di campo. Ancora montagne russe: controbreak albese, 8-9. Rossoblu che hanno ancora forze da spendere per tenere il 5° set sul filo del rasoio: Kouznetsov in ritmo, 11-10. I centrali di Alba tornano a fare il proprio dovere nel momento clou: due punti di Morchio per il sorpasso, Avalli punisce da zona 2, 13-11. Kouznetsov ci mette una pezza, poi uno dei pochi errori dello stesso Morchio, consegna il 13-13. Il centrale albese si riscatta subito, portando il suo ricco bottino a quota 28: 13-14 e match ball subito sfruttato con un ace di pura potenza di Mariotti che chiude il match “con la faccia cattiva”.

 

CUNEO-ALBA 3-2 (22-25, 25-21, 23-25, 29-27, 13-15)

CUNEO: Coscione 2, Ariaudo 20, Cefaratti 17, Brignone 1, Kouznetsov 28, Amouah 12, Risso (L). De Luigi 4, Giordana. NE: Cefaratti M., Peirano. All. Berra.

 

ALBA: Perfetto 4, Avalle 24, Morchio 27, Gonella 20, Miglietta 6, Di Miele 6, Ciavarella (L). Quaglia, Corradino, Mariotti 3, Magnole (L2). NE: Segatto. All. Negro.

 

Edward Pellegrino

In foto l’esultanza albese (Foto Ideawebtv.it)