Deferiti in stato di libertà con l’accusa di truffa on-line un 46enne di Bologna e una cittadina romena residente a Crotone di 49 anni | Caduti vittime della rete due residenti nell’alessandrino

0
463

Nella giornata di ieri, i Carabinieri di Molare (AL), hanno scoperto due truffe on-line, che hanno portato al deferimento in stato di libertà di altrettanti colpevoli, un 46enne di Bologna e una cittadina romena residente a Crotone di 49 anni.

In due distinti casi, indipendenti fra loro, i truffatori mettevano in vendita su noti siti di e-commerce rispettivamente un motoveicolo e una piscina da esterni.

Ad acquistarli, due cittadini di Molare e di Cremolino che, dopo la conclusione delle compravendite, procedevano al pagamento di un anticipo mediante ricarica su carta Postepay, nel primo caso pari a 200 euro e nel secondo a 230.

Da quel momento, entrambi i venditori si rendevano irreperibili, omettendo la spedizione dei prodotti acquistati.
I militari di Molare, interfacciando i dati relativi alle carte Postepay con quelli dedotti dai siti di vendite, dalle mail comunicate e dai numeri di telefono riferiti, giungevano all’individuazione dei due rei, già noti per analoghe vicende, deferendoli in stato di libertà con l’accusa di truffa.