Cuneo – Teleriscaldamento, opportunità doppia: “E’ l’autostrada della fibra ottica, un’occasione da sfruttare”| L’assessore Fantino e il consigliere Enrici fanno il punto sullo stato dei lavori e spiegano i vantaggi che ci saranno per i cittadini

0
631

“Ci scusiamo per i disagi”: la frase, a firma della Wedge Power, l’azienda che sta effettuando i lavori, si legge sui cartelli che avvertono i cittadini della presenza dei cantieri per il teleriscaldamento, in diverse zone della città di Cuneo. Ma i “disagi” che i cuneesi sopportano in questi mesi, quali vantaggi porteranno in futuro?

 

Lo abbiamo chiesto a due dei principali artefici di questo progetto, l’assessore ai Lavori Pubblici Valter Fantino ed il consigliere comunale Silvano Enrici, che sta seguendo da vicino i lavori.
“Come stanno procedendo? Direi bene, stanno andando avanti abbastanza velocemente, secondo il nuovo piano – spiega Fantino -. Trovo molto interessante il fatto che se i condomini si collegano al teleriscaldamento, non sono obbligati a rimanere in quella partita per molti anni. Mi spiego meglio: in molte città d’Italia, quando un condominio si collega, poi rimane legato per 10 o 15 anni. Qui non è così, e credo che questo sia un ulteriore elemento di valore. Rimane la scontistica, ma se uno vuole uscire può farlo tranquillamente e quando vuole, rientrando poi, se lo ritiene, in qualsiasi momento. E’ importante dirlo e fare chiarezza, perché ho la sensazione che all’inerno dei condomini spesso passi il messaggio contrario”.

 

Non solo teleriscaldamento: gli scavi che si stanno effettuando possono essere sfruttati anche per la fibra ottica. “E’ così, è un’opportunità collaterale al teleriscaldamento che è giusto evidenziare – aggiunge l’assessore Fantino -. Un’opportunità per la cittadinanza, ma anche per il Comune: noi, come assessorato ai Lavori Pubblici e alla Cultura, stiamo cercando di diffonfere e preparare questo discorso, perché il decreto scavi consente alle società che operano nel campo della fibra di poter passare quasi dove vogliono. Si stanno tirando dei percorsi di fibra che saranno già costituiti e a disposizione degli operatori, senza che si debba di nuovo scavare, visto che il teleriscaldamento, tra l’altro, ci porterà ad avere le strade asfaltate. Questa è l’autostrada della fibra ottica, sarebbe assurdo che ci trovassimo di nuovo a spaccare. Ripeto: si sta lavorando in maniera oscura, senza sbandierarlo tanto, ma questa è un’opportunità vera, reale, un valore aggiunto”.

 

“Questa infrastruttura potrà essere posata e darà un’opportunità a tutti i gestori – conferma il consigliere Silvano Enrici, che segue i lavori da vicino vista anche la sua esperienza per molti anni nel mondo della telecomunicazione -. Anche il Comune avrà la possibilità di posare la fibra ottica ed avere questo servizio per tutti i fabbricati di sua proprietà, comprese le scuole. La fibra coprirà tutto il territorio comunale, sono 47 chilometri di posa. Tutti i gestori avranno l’opportunità di avere la fibra ottica dentro i condomini. Noi stiamo comunicando a tutti i gestori questa opportunità: credo che in Italia, al momento, Cuneo sia l’unica città in cui c’è questa possibilità”.

 

Gabriele Destefanis