Con il progetto Steeep 18 PMI piemontesi hanno ridotto del 13% i loro consumi energetici

0
328

Si è concluso ufficialmente lo scorso 31 gennaio, con la presentazione dei risultati presso il Comitato Economico e Sociale Europeo a Bruxelles, il progetto STEEEP (Support and Training for an Excellent Energy Efficiency Performance) cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma “Intelligent Energy Europe”, che ha visto la partecipazione di Unioncamere Piemonte al partenariato italiano coordinato da Unioncamere nazionale e composto dalle Unioni delle Camere di commercio di Piemonte, Lombardia, Marche, Molise, Liguria, Campania, Veneto e dalle Camere di commercio di Aosta,Lucca e Matera.

Obiettivo principale di STEEP, offrire alle PMI, attraverso le Camere di commercio, una serie di informazioni e strumenti ad hoc per la valutazione e il miglioramento della propria efficienza energetica.
Unioncamere Piemonte, nel triennio 2014-2016, ha accompagnato in questo percorso 18 imprese piemontesi appartenenti ai settori alimentare, automotive, lavorazioni metalliche, edilizia, servizi e attrezzature elettriche. Il servizio si è articolato in visite personalizzate di esperti in azienda, che hanno fornito una diagnosi energetica, informazioni e aggiornamenti sulle tecnologie da adottare; redazione di un piano energetico a medio termine con i parametri per la rilevazione dei consumi; assistenza in materia di finanziamenti.
Al termine del progetto è stata rilevata una riduzione complessiva dei consumi energetici delle imprese partecipanti di circa il 13%, che corrisponde a 2.150.497 kWh e 322.575 euro risparmiati, con semplici interventi che hanno riguardato piccoli accorgimenti e nessun investimento di tipo economico.

“Il Sistema camerale piemontese ha aderito con entusiasmo al progetto STEEEP, nella convinzione che il sostegno alle imprese del nostro territorio, specie le più piccole, passi anche attraverso l’assistenza a percorsi di innovazione e sviluppo, nel segno della sostenibilitàambientale ed energetica.

Gli ottimi risultati ottenuti, a costo zero per le imprese, ci hanno dato ragione” commenta Ferruccio Dardanello, Presidente Unioncamere Piemonte.

I principali interventi proposti alle 18 imprese, a seguito di un audit energetico, hanno riguardato: la revisione dei contratti con i fornitori di energia e degli indicatori energetici, l’impostazione e regolazione dei sistemi di controllo e gestione del riscaldamento, modifiche e regolazione della temperatura ambientale per gli impianti di climatizzazione, programmazione
dei tempi di illuminazione, manutenzione degli impianti d’illuminazione, gestione efficiente delle apparecchiature elettriche.
A livello europeo, hanno partecipato 11 Paesi, con il coinvolgimento attivo di 630 aziende, di cui 130 italiane, per seguire un percorso guidato e personalizzato finalizzato a ridurre dal 10 al 15% i consumi di energia e il costo della bolletta energetica.

www.steeep.eu