Serie D: Cuneo macchina da trasferta. A Legnano finisce 0-2 | Quitadamo e D’Antoni regalano a Iacolino tre punti e primato

0
303

Il Cuneo si conferma squadra da trasferta, vince 2-0 sul campo del Legnano nella ventiquattresima giornata di Serie D e raggiunge quota 47 in classifica, a pari punti al comando con il Varese, vincente in quel di Pinerolo.

 

Il match con i lombardi si apre con una nota lieta: nell’undici titolare biancorosso figura nuovamente Papa, ripresosi dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori dal campo per alcune settimane. Davanti, confermato Diaz, con D’Antoni a ronzargli ai fianchi e Corsini alle loro spalle. Solo panchina per De Sena, che rifiata, Orofino e Palazzolo.

 

Il Cuneo vuole vincere e lo dimostra già al 5’: bella palla di Togni proprio per Papa, che di testa non riesce però a colpire. Un velleitario tiro di Felipe, con palla debolmente a lato, fa da preludio al vantaggio ospite: su corner di Togni, Quitadamo stacca più in alto di tutti e batte Houehou. È il quarto d’ora ed il Cuneo è già avanti.

 

La squadra forte e matura sa colpire, attendere senza patemi d’animo e colpire nuovamente. Gli uomini di Iacolino dimostrano di avere queste qualità nella seconda parte di primo tempo: dopo aver assistito alla sfuriata del Legnano, guidata da un ispirato Hazah, ecco il 2-0 alla prima occasione buona. A costruirselo è D’Antoni, che scappa sul filo dell’offside, salta Houehou in uscita ed insacca il suo dodicesimo centro stagionale, a -3 dal capocannoniere Mair. È un gol pesante, perché alimenta il nervosismo tra i padroni di casa, da cui scaturisce il “rosso” per proteste a Mele.

 

Come una settimana fa contro il Pinerolo, il Cuneo si ritrova con l’uomo in più per i secondi 45’, ma questa volta la gestione dell’incontro, in realtà già profondamente indirizzato, è migliore: gli uomini di Iacolino costruiscono buone trame, sfiorano il gol con Corsini e D’Antoni, su cui è eccezionale Houehou, e conducono la partita alle ultime fasi di gioco. L’ultimo brivido al 31’, quando un colpo di testa del neoentrato Adici, bravo ad anticipare Quitadamo, termina a lato di pochissimo.

 

Dopo 3’ di recupero, il signor Acanfora pone fine alle ostilità, regalando ai cuneesi un successo importante in chiave-classifica e prezioso anche dal punto di vista psicologico. Con questa vittoria, sono sedici i risultati utili di Iacolino (36 punti in 16 partite), che domenica, in casa contro il Casale, potrebbe chiudere il proprio “girone” senza sconfitte. Da Casale a Casale, all’insegna della solidità.

 

Legnano-Cuneo 0-2
Reti: 15’pt Quitadamo, 45’pt D’Antoni
Legnano: Houehou, Paroni (26’st Adici), Cochis, Rovrena, Tomei, Mele, Balconi (10’st Marcolini), Hazah (40’st Laraia), Ianni Felipe, Provasio, Bolis. Allenatore: Battilana.
Cuneo: Gomis, Toscano, Rizzo, Rosso, Quitadamo, Conrotto, Corsini (38’st Bagni), Togni, D’Antoni (43’st Ottobre), Papa, Diaz (22’st Palazzolo). Allenatore: Iacolino.
Arbitro: Acanfora di Castellamare di Stabia
Ammoniti: Rosso, Rizzo, Toscano (C), Adici (L)
Espulsi: al 46’st Mele (L) per proteste

 

Carlo Cerutti – Redazione Sportiva Ideawebtv.it