Borgomanero: commerciante evade oltre 500.000 euro

0
496

Ricavi non dichiarati per oltre 500 mila euro ed iva evasa per oltre 50 mila euro sono i risultati di una verifica fiscale eseguita dalle Fiamme Gialle Agognine nei confronti di una ditta individuale, esercente l’attività di commercio al dettaglio di alimentari.

 L’attività ispettiva, frutto di un’analisi condotta attraverso l’accurato e capillare controllo economico del territorio, ha consentito la proficua selezione del contribuente che dal 2008, pur operando regolarmente, non presentava le previste dichiarazioni ai fini dell’iva e delle imposte dirette (evasore totale).

 

I finanzieri, riscontrata l’anomalia, hanno pertanto proceduto in maniera analitica alla ricostruzione dell’intero volume d’affari attraverso la documentazione contabile ed extracontabile reperita presso la sede nonché mediante il ricorso alle diverse banche dati a disposizione dell’Amministrazione finanziaria. Gli importi evasi sono stati segnalati all’Agenzia delle Entrate per il recupero a tassazione. Tale attività rientra nel più vasto ambito di contrasto all’economia sommersa, proprio delle funzioni di polizia economico-finanziaria del Corpo, finalizzata non soltanto al recupero dei tributi evasi ma anche a perseguire concretamente una maggiore legalità fiscale a tutela dell’equità sociale e dei diritti delle imprese che operano correttamente sul mercato.

 

c.s.