“Memorie di mondo per un futuro di Pace.Porte aperte LVIA” è a Borgo San Dalmazzo | Esposizione sulla memoria del volontariato da martedì 14 a venerdì 17 febbraio, presso Palazzo Bertello

0
455

L’esposizione itinerante “Memorie di mondo per un futuro di pace. Porte Aperte LVIA” arriva a Borgo San Dalmazzo: sarà possibile visitarla da martedì 14 a venerdì 17 febbraio, presso Palazzo Bertello – EXPO 3 in via Vittorio Veneto 19.

L’esposizione è stata inaugurata a Palazzo Samone a Cuneo, il 6 dicembre 2016 in occasione delle celebrazioni dei 50 anni di LVIA: l’associazione di solidarietà e cooperazione internazionale nata sul territorio della Granda nel 1966 e oggi presente in varie regioni d’Italia e in 10 Paesi africani.

L’esposizione racconta la storia dell’associazione LVIA e del volontariato internazionale nato a Cuneo 50 anni fa, i mondi che i volontari hanno conosciuto in questi anni, l’impegno nella promozione di azioni di giustizia, di cooperazione e di sviluppo.
L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio di Regione Piemonte e del Comune di Borgo San Dalmazzo ed il contributo della Fondazione CRC – Memoria Futura, con l’obiettivo di valorizzare e condividere la memoria del volontariato internazionale nato sul territorio, al fine di educare le giovani generazioni alla cittadinanza globale.

«Il nostro territorio è protagonista di cooperazione internazionale e per questo può fare “cultura di pace e di cittadinanza globale”.

A Cuneo negli anni Sessanta nasceva un movimento spontaneo, una comunità di giovani con l’idea di applicare i valori cattolici all’azione del volontariato.

La memoria di questo fermento giovanile, rafforzato dal carismatico don Aldo Benevelli, di valori positivi, di sogni e ideali che si sono tradotti in volontariato, impegno e apertura al mondo, vuole essere trasferita alle giovani generazioni di oggi, con una funzione educativa rispetto ai valori della cittadinanza mondiale: volontariato, cooperazione, solidarietà, non discriminazione e giustizia globale» spiega Ezio Elia, presidente di LVIA.
L’esposizione sarà un’occasione di formazione per i tanti visitatori, con delle modalità pensate soprattutto per i più giovani per maturare una maggiore consapevolezza delle questioni globali che oggi ci toccano tutti i giorni (le migrazioni, il cambiamento climatico, …).

Le stanze “STORIA 50 ANNI LVIA”, “MIGRAZIONI”, “CIBO”, “ACQUA”, “AMBIENTE” sono ricche di spunti con mostre, attività interattive, spazi video per accompagnare i giovani alla scoperta delle radici e dei valori del volontariato internazionale, e innescare una riflessione su come applicare al giorno d’oggi questi stessi valori che sono nati e cresciuti sul territorio. La memoria quindi diventa uno strumento di crescita e di visione del futuro per i ragazzi.

Gli orari della mostra:
Dal 14 al 16 febbraio:
10:00/13:00 • 14:00/17:30
Il 17 febbraio: 10:00/13:00
Le scuole possono prenotare la visita guidata telefonando allo 0171.696975
L’ingresso è libero e gratuito.