Alba: un arresto per rapina e quattro denunce per reati vari

0
318

Proseguono i servizi attuati, da una quindicina di giorni a questa parte, dai Carabinieri della Compagnia di Alba volti ad implementare in modo significativo e tangibile il controllo del territorio cittadino in modo da prevenire e contrastare più efficacemente i reati predatori ed altre forme di illegalità spesso all’origine della sensazione di insicurezza e disagio tra cittadini ed operatori commercianti.

Sotto stretta osservazione dei militari dell’Arma le aree cittadine più sensibili sotto il profilo della sicurezza pubblica quali la Stazione Ferroviaria, Borgo Piave, Moretta e San Cassiano. Da quando infatti è aumentata in modo tangibile la presenza delle pattuglie in determinate ore e luoghi più a rischio di Alba sono notevolmente diminuiti i furti in abitazione, le truffe in danno di anziani ed i furti in danno di attività commerciali.

 

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato in flagranza di reato per rapina impropria un cittadino albese, con precedenti penali a suo carico, poiché nell’atto di rubare alcune cartine da tabacco in un negozio del centro cittadino spintonava il proprietario con violenza per guadagnare l’uscita e la fuga facendolo però cadere in terra. Gli operanti, tempestivamente intervenuti sul posto, sono riusciti a bloccarlo mentre stava scappando a piedi. Il ragazzo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio da parte dell’Autorità Giudiziaria di Asti.

 

Denunciato dai militari in stato di libertà per possesso abusivo di armi ed possesso di arnesi atti allo scasso un cittadino albanese, già gravato da precedenti penali. Il giovane, nel cofano della sua auto, aveva un “piede di porco”, una spranga in ferro ed un coltello di genere proibito, materiale tutto sequestrato.
I carabinieri del Radiomobile hanno deferito per porto abusivo di armi un pregiudicato albese per essere stato trovato in possesso, occultato nella propria auto, un coltello a serramanico lungo 28 cm, sequestratogli.

 

Denunciato un giovane originario della Nigeria che, fermato per un controllo dai militari, si è rifiutato di esibire il proprio documento e di declinare le proprie generalità. E’ stato poi accompagnato in caserma per le procedure di compiuta identificazione.
I carabinieri della Stazione di Diano d’Alba hanno infine denunciato un giovane originario della Romania per guida in stato di ebbrezza alcolica in quanto è stato fermato, durante un posto di controllo, in località di Piana Gallo e, a seguito di controllo dell’alcooltest, è risultato avere un tasso di alcolemia ben oltre i limiti di legge. Per lui denuncia e patente ritirata.

I controlli continueranno anche nei prossimi giorni e varieranno di volta in volta attraverso un’ attenta analisi dei fenomeni criminali che succedono in città in relazione alle fasce temporali della giornata ed i luoghi più colpiti.