Volley A2/M: Mondovì passa al tie break a Cantù. Ora testa alla poule promozione

0
370

Termina con una vittoria al tie break la stagione regolare del VBC Mondovì nel Girone Blu. La squadra piemontese ha battuto 3-2 Cantù nell’ultimo turno della prima parte di campionato, terminando al terzo posto della classifica finale: 34 punti come Bergamo, ma una vittoria in meno rispetto la Caloni Agnell, che si piazza così al posto d’onore dietro Spoleto.

 

Partita ininfluente per il punteggio con il quale i monregalesi partiranno nella Poule Promozione, ma non per questo meno interessante dal punto di vista agonistico. Entrambi gli allenatori sono scesi in campo con formazioni più o meno rimaneggiate: Mauro Barisciani ha proposto fin dall’inizio Claudio Cattaneo in posto 4 a far coppia con Menardo, lasciando a riposo Davide Manassero.

 

Il giovane ligure ha giocato un’ottima partita, dimostrando quanto in questa prima stagione di serie A stia maturando di settimana in settimana. Ma la notizia più bella per i colori bianco-blu è arrivata sul 15-21 del terzo set, quando Barisciani, al termine del time out chiesto dal collega De Rosa, ha mandato in campo Matteo Paoletti a rilevare Bolla: l’opposto marchigiano ha segnato il suo rientro in campo a due mesi esatti dall’infortunio. Gran bella notizia in chiave Poule Promozione per il VBC Mondovì, anche perché Paoletti in poco meno di due set e mezzo di gioco ha messo a terra ben 10 punti in attacco, chiudendo con una positività del 53%.

 

LA PARTITA IN PILLOLE. Primo break dell’incontro messo a segno da Cortellazzi con l’ace dell’1-3. Ed è proprio al servizio che la squadra di Barisciani eccelle in questo inizio partita: saranno 4 i punti in battuta dei monregalesi nel set, 2 di Cortellazzi, uno a testa per Parusso e Bolla. Mondovì scappa 3-6, ma viene ripresa. Dopo una lunga serie di cambi pall, sono ancora i piemontesi a trovare l’allungo e sul 15-18 Della Rosa chiama time out. Cantù si riprende e ritrova la parità a 20. Squadre a braccetto fin sul 23-23, cambio palla monregalese poi l’attacco out dell’opposto canturini Olivati consegna il set al VBC.

 

Nel secondo set parte bene Cantù che porta a tre i punti di vantaggio (2-5), ma Mondovì pareggia a 7. Si prosegue con le squadre che trovano il cambio palla agevolmente fin quando è ancora la Pool Libertas a trovare l’allungo: ace di Cuminetti e muro su Bolla portano i lombardi 16-13, con time out per Barisciani. Alla ripresa Mondovì riduce lo svantaggio con Bolla (18-17), poi però arriva ancora un ace canturino, stavolta di Richards, che riporta gli uomini di della Rosa sul +3 (20-17). L’australiano sbaglia l’attacco che regala al VBC il -1 (20-19) e subito dopo Bolla pareggia i conti. Il coach canturino ferma il gioco, la sua squadra arriva prima al set ball, ma un ottimo Cattaneo ribalta la situazione e porta avanti i monregalesi, 25-26. Due indecisioni di Menardo consegnano però il set ai lombardi.

 

Terzo parziale in equilibrio nelle fasi iniziali, poi Cantù trova lo strappo con Cominetti: suo il mani-out su Cortellazzi che vale il punto del 9-7. Un muro di Parusso su Cordano rimette in equilibrio il parziale, poi c’è il sorpasso monregalese su attacco di Cattaneo. VBC che trova il doppio vantaggio usufruendo dell’errore in attacco di Cominetti (10-12). Il punto del 12-14 è alquanto singolare: gran schiacciata di Richards, Max Prandi difende di petto e segna a referto un punto in attacco. Mondovì allunga, fino ad arrivare avanti di 4 (13-17) costringendo Della Rosa al time out. I canturini sono in affanno, i biancoblu ne approfittano e scappano 15-21 con seconda interruzione del gioco del tecnico canturino. Al termine del time out Barisciani chiama in campo Paoletti, che ritorna così in campo due mesi esatti dopo l’infortunio. E proprio l’opposto marchigiano segna il punto del 18-25.

 

Barisciani riparte con Paoletti in campo al posto di Bolla ed i monregalesi in avvio mettono a segno un cospicuo vantaggio, costringendo Cantù al time out sul punteggio di 3-7. Lombardi doppiati 5-10, con Barisciani che chiama in panchina Prandi gettando nella mischia il giovane Garelli. L’ace di Menardo porta Mondovì sul +6 (7-13), ma Cantù non ci sta ad alzare bandiera bianca e rosicchia pian piano punti agli avversari: due aces consecutivi di Federico Mazza portano sotto i lombardi 17-18. Barisciani ferma il gioco, ma Monguzzi trova il punto della parità a 19 grazie al muro su Paoletti. Sorpasso Cantù e successivo break sul 23-21 con Paoletti che mette fuori un attacco in diagonale. Il tandem Menardo-Parusso ferma Olivati a muro e siamo 23-23, poi Mazza trova il set ball bianco-nero e al secondo tentativo chiude il muro di Richards su Paoletti.

 

Tie break con Cantù che parte bene, va avanti 3-1, poi 5-3, ma grazie ad un parziale di 5-0 il VBC ribalta la situazione e passa a condurre 5-8. Il punto di Paoletti vale il 7-11, l’errore di Mazza fissa il punteggio 8-13, poi arriva la palla schiacciata sull’asticella da Olivati che consegna il 3-2 ai monregalesi.

 

“Circa la partita con Cantù posso dire che, da una parte è andata bene – sostiene Mauro Barisciani – perché gli esperimenti che ci eravamo prefissati di fare li abbiamo fatti, ma dall’altra male in quanto dovevamo chiudere prima. Il punto perso ci è costato il secondo posto finale e, se dal punto di vista del punteggio non significa nulla, da quello logistico nel girone di ritorno c’impone la trasferta a Castellana Grotte nel bel mezzo della settimana. E questo significa saltare degli allenamenti. Ormai è andata, pensiamo al futuro. Per quanto riguarda la prestazione di Cattaneo sono contento, ha fatto la sua parte. Il rientro di Paoletti lo vedo come la chiusura di un brutto cerchio apertosi un paio di mesi fa: Matteo, che si allena da settimane, scalpitava e quando è entrato ha lasciato il segno. Chiaro che in questo momento deve far appello più sull’esperienza che non la tecnica, ma è questione di tempo. Va bene così. Ora, testa su Santa Croce: mi sarebbe piaciuto iniziare in modo più soft, invece dovremo subito vedercela con mostri sacri quali Dennis e Vermiglio. In fondo bisogna affrontare tutti, quindi chissà non sia uno stimolo in più per noi!”

 

In virtù dell’ultima giornata la classifica finale del Girone Blu vede Spoleto (sconfitta 3-1 a Montecchio), al comando con 40 punti, dietro Bergamo e Mondovì con 34 (Caloni seconda per una vittoria in più), in quarta posizione chiude Civita Castellana con 31 punti, quinta Reggio Emilia con 30 punti.

 

Chiusa la prima parte di campionato, domenica 12 febbraio scatterà la Poule Promozione. Queste le partite che vedranno impegnato il VBC Mondovì nelle cinque gare di andata: nella prima giornata, prevista domenica 12 febbraio, trasferta a Santa Croce sull’Arno contro la Kemas, prima partita in casa mercoledì 15 febbraio alle ore 20.30 con Aversa. Alla terza giornata trasferta a Siena, mentre per la quarta giornata di andata si torna al PalaManera mercoledì 22 febbraio (20.30) con la sfida alla BCC Castellana Grotte. Il girone di andata si chiuderà domenica 26 febbraio con la trasferta nel Lazio contro la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania. Al primo posto troviamo la Emma Villas Siena a quota 17 punti, pari merito con la Monini Spoleto, ma con una vittoria in più (6-5). Terzo posto per BCC Castellana Grotte con 16 punti, in quarta posizione la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania con 14 punti, subito dietro, al quinto posto, il VBC Mondovì con 13 punti. Tra la sesta e l’ottava posizione troviamo nell’ordine Caloni Agnelli Bergamo, Ceramica Globo Civita Castellana e Conad Reggio Emilia a quota 10: la differenza la fa il quoziente set. Chiudono Sigma Aversa, nona con 8 punti e decima la Kemas Lamipel Santa Croce con 5.

 

c.s.